Graduatorie ad esaurimento: un aggiornamento senza regole certe

di Lalla
ipsef

Lalla – Pubblicato il dm n. 44 del 12 maggio 2011 per l’aggiornamento delle graduatorie ad esaurimento. Contrariamente a quanto aveva comunicato il ministero, seppure in maniera informale, il decreto per le GaE non ha atteso la contestuale firma del decreto sullo sviluppo, che contiene importanti modifiche delle graduatorie stesse. E così la validità delle graduatorie è biennale (2011/13), ma potrebbero esserci novità prima della scadenza dei termini per la presentazione delle domande.

Lalla – Pubblicato il dm n. 44 del 12 maggio 2011 per l’aggiornamento delle graduatorie ad esaurimento. Contrariamente a quanto aveva comunicato il ministero, seppure in maniera informale, il decreto per le GaE non ha atteso la contestuale firma del decreto sullo sviluppo, che contiene importanti modifiche delle graduatorie stesse. E così la validità delle graduatorie è biennale (2011/13), ma potrebbero esserci novità prima della scadenza dei termini per la presentazione delle domande.

Innanzitutto proprio per la validità delle graduatorie, che il decreto sullo sviluppo dovrebbe estendere a 3 anni, e dunque 2011/14.

E poi la norma che estende l’obbligo di permanenza nella provincia di neo immissione in ruolo da 3 a 5 anni, con l’aggiunta di non poter richiedere, in questo lasso di tempo, neanche l’assegnazione provvisoria.

Queste norme saranno recepite? I docenti potranno operare la loro scelta (soprattutto per quanto riguarda la provincia) con un quadro normativo chiaro?
Al momento la risposta è negativa, dato che già oggi è possibile presentare la domanda, anche se il nostro consiglio è quello di attendere eventuali sviluppi.

Versione stampabile
anief
soloformazione