Graduatorie ad esaurimento senza nuovi aggiornamenti e cambi provincia, solo questo garantisce l’immissione in ruolo. Lettera

WhatsApp
Telegram

In risposta ad un comunicato apparso il 17 febbraio 2017 su Orizzonte Scuola ad opera del giovane sindacato ANIEF che denuncia il Decreto Milleproroghe sul posticipo della “finestra” di aggiornamento delle Graduatorie ad Esaurimento, ma anche della prima fascia delle graduatorie d’Istituto.

Mentre, l’aggiornamento della seconda e terza fascia si effettuerà nella prossima primavera. L’ANIEF evidenzia il disallineamento tra le varie fasce negando la possibilità di aggiornare il punteggio e il cambio di provincia, a quei docenti che a seguito dell’aggiornamento ne avrebbero la necessità.

Il gruppo Docenti GaE Puglia, in rappresentanza dei docenti ancora inseriti in GaE, palesano la totale contrarietà in quanto tale operazione andrebbe infatti, a ledere diritti e posizioni in graduatoria acquisiti da migliaia di docenti che non hanno presentato domanda di assunzione straordinaria volontaria nel 2015 attenendosi strettamente a quanto previsto dalla Legge 107.

La blindatura delle Graduatorie ad Esaurimento, infatti, permane una delle poche garanzie per l’immissione in ruolo nelle provincie di inserimento e dunque di appartenenza dei circa 45000 docenti ancora in esse che, hanno con coerenza e attenta valutazione, accettato di attendere pazientemente e con umiltà l’immissione in ruolo in base alle posizioni e ai punteggi dell’ultimo aggiornamento del 2014.

Prof.ssa Antonella Baccaro Docente di Lettere Secondaria di I° e II° Grado.
Docenti GaE Puglia.

Concorso docenti. Anief: un disastro, 10mila vincitori non verranno mai assunti, 7.000 posti persi, manca ancora il 30% delle graduatorie. La tabella

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur