Graduatorie ad esaurimento, rinuncia nomina sostegno: chi riguarda e cosa si deve fare

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il decreto n. 374/2019 di aggiornamento delle graduatorie ad esaurimento triennio 2019/20, 2020/21, 2021/22 è stato pubblicato e gli interessati possono presentare domanda sino al 16 maggio 2019 entro le ore 14.00.

Graduatorie ad esaurimento, ecco il decreto. Domande dal 26 aprile su Istanze online [con allegati]

Graduatorie ad esaurimento, domande sino al 16 maggio. Cosa fare

Il decreto prevede la possibilità di rinunciare alla nomina su sostegno, ma non per tutti gli specializzati. Vediamo chi può inserirsi negli elenchi di sostegno, chi può procedere alla rinuncia prima citata e chi non può.

Graduatorie ad esaurimento: inserimento elenchi sostegno

Possono inserirsi negli elenchi di sostegno i docenti in possesso del prescritto titolo di specializzazione.

Tali docenti possono chiedere i corrispondenti posti per il sostegno ad alunni disabili psico-fisici, della vista e dell’udito, per tutti gli ordini e gradi di istruzione per i quali siano inseriti nelle graduatorie ad esaurimento e per i quali sia stato conseguito il predetto titolo.

Ricordiamo che:

  • per gli insegnamenti di scuola dell’infanzia e di scuola primaria sono predisposti i rispettivi elenchi di sostegno articolati in fasce, in cui ciascun aspirante è incluso in base alla migliore collocazione di fascia e col punteggio conseguito in graduatoria;
  • per tutti gli insegnamenti della scuola secondaria di I grado è compilato un unico elenco relativo al sostegno, articolato in fasce, in cui ciascun aspirante è incluso in base alla migliore collocazione di fascia e nell’ambito di questa (fascia) nella graduatoria ad esaurimento di scuola secondaria di I grado nella quale sia inserito col massimo punteggio;
  • per gli insegnamenti della scuola secondaria di II grado è compilato un unico elenco relativo al sostegno, articolato in fasce, in cui ciascun aspirante è incluso in base alla migliore collocazione di fascia e nell’ambito di questa (fascia) nella graduatoria ad esaurimento di scuola secondaria di II grado nella quale sia inserito col massimo punteggio. Evidenziamo che è dal presente aggiornamento che le aree disciplinari nella scuola secondaria sono unificate.

Graduatorie ad esaurimento: rinuncia nomina sostegno

L’articolo 4, comma 8, del decreto n. 374/2019 dispone che il personale, che abbia già dichiarato il titolo di sostegno in occasione di precedente integrazione e aggiornamento delle GaE, può rinunciare alla nomina su sostegno.

Al fine suddetto, si deve compilare (o meglio spuntare) la sezione C1 del modulo domanda:

Graduatorie ad esaurimento: chi non può rinunciare a nomina sostegno

Non tutti gli aspiranti specializzati possono rinunciare alla nomina su sostegno.

Come leggiamo sempre nell’articolo 4, comma 8, del summenzionato decreto, infatti, non possono esercitare la rinuncia alla nomina su sostegno i docenti che hanno conseguito la specializzazione, l’idoneità o l’abilitazione, ai sensi del DM n. 21 del 2005 articoli 2, 3 e 4 attuativi della Legge n. 143/2004.

Nella sopra riportata sezione C1, non a caso, si dichiara, qualora si intenda rinunciare alla nomina su sostegno, di non aver conseguito la specializzazione, l’idoneità o l’abilitazione, ai sensi del DM n. 21/2005.

Decreto aggiornamento 2019/22 e allegati:

Tutte sull’aggiornamento delle GaE

Versione stampabile
soloformazione