Graduatorie ad esaurimento: reinseriti docenti cancellati. Anief: riaprirle a tutti gli abilitati

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Anief – Il Giudice del Lavoro di Bari, infatti, proprio recependo la recente sentenza della Suprema Corte di Cassazione in materia che accoglieva in pieno le tesi Anief, evidenzia come “la trasformazione delle graduatorie permanenti di cui al d.lgs. n. 297 del 1994, art. 401 in graduatorie ad esaurimento l. n. 296 del 2006, ex art. 1, comma 605, non ha determinato l’abrogazione per incompatibilità del d.l. n. 97 del 2004, art. 1, comma 1bis, convertito in l. n. 143 del 2004, nella parte in cui prevede che, a domanda, il docente cancellato possa essere reinserito nella graduatoria con il punteggio maturato al momento della cancellazione.

Va conseguentemente disapplicato, perché in contrasto con la norma di legge, il d.m. n. 235 del 2014 nella parte in cui non consente il reinserimento dell’aspirante cancellato a causa dell’omessa presentazione, in occasione delle precedenti operazioni di aggiornamento, della domanda di permanenza”. Conseguentemente i ricorsi sono stati accolti e, per l’effetto, viene “disapplicato il d.m. 235 del 2014 nella parte in cui prevede che la permanenza nelle graduatorie ad esaurimento avviene su domanda dell’interessato, da presentarsi entro il termine indicato, e che la mancata presentazione della domanda di aggiornamento o di reinserimento comporta la cancellazione definitiva della graduatoria”, dichiarando “il diritto di parte ricorrente al reinserimento nella terza fascia della graduatoria ad esaurimento della provincia di Omissis, per il periodo 2014-2017, per la classe concorsuale di interesse”. Miur condannato, dunque, a “porre in essere tutti gli atti e provvedimenti necessari per l’attuazione del dichiarato diritto”.

“La questione del reinserimento in Graduatoria dei docenti cancellati – spiega Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief e segretario confederale Cisal – è stata recentemente affrontata e risolta in senso favorevole alle nostre tesi dalla Corte di Cassazione con la sentenza n. 28250 del 27/11/2017 in cui ha ritenuto che gli interventi normativi riportati nella loro successione smentiscono la tesi del Ministero dell’inapplicabilità alle graduatorie ad esaurimento delle disposizioni dettate dall’art. 1 del d.l. n. 97 del 2004 che consentono il reinserimento dei docenti cancellati. Ribadiamo nuovamente e con forza la necessità di riaprire le Graduatorie a tutti i docenti abilitati per sanare questa e altre illegittimità perpetrate nel tempo a discapito dei lavoratori della scuola”.

Di precariato, reclutamento, graduatorie e diritti dei lavoratori si parlerà anche nel corso dei nuovi seminari gratuiti sulla legislazione scolastica organizzati da Anief ed Eurosofia “DIES IURIS LEGISQUE” che si svolgeranno in tutta Italia nel corso dei prossimi mesi e che vedranno come relatore proprio il presidente Anief Marcello Pacifico.

Per ulteriori informazioni sul programma elettorale Anief e proporre la propria candidatura nelle liste Anief, clicca qui.
Per ulteriori informazioni sui nuovi seminari promossi dall’Anief “DIES IURIS LEGISQUE” con il presidente Marcello Pacifico e consultare il calendario degli incontri, clicca qui.

Versione stampabile
anief anief
voglioinsegnare