Graduatorie ad esaurimento: Miur accetta le domande “inserite” ma non “inoltrate”

Di Lalla
WhatsApp
Telegram

red – In ragione della novità e della complessità e della novità della procedura per l’aggiornamento delle graduatorie ad esaurmento, il Miur invita gli Uffici Scolastici a prendere in considerazione le domande che alla data del 17 maggio sono risultate "inserite" ma non "inoltrate" e che possano essere accolte le richieste di assistenza pervenute non oltre il 23 maggio 2014, previa dimostrazione del disguido tecnico subito nella giornata del 17 maggio.

red – In ragione della novità e della complessità e della novità della procedura per l’aggiornamento delle graduatorie ad esaurmento, il Miur invita gli Uffici Scolastici a prendere in considerazione le domande che alla data del 17 maggio sono risultate "inserite" ma non "inoltrate" e che possano essere accolte le richieste di assistenza pervenute non oltre il 23 maggio 2014, previa dimostrazione del disguido tecnico subito nella giornata del 17 maggio.

Importante nota del Ministero relativa all’aggiornamento delle graduatorie ad esaurimento per il triennio 2014/15, 2015/16, 2016/17.

Seguici anche su FaceBook

Il Miur ha ricevuto segnalazioni in merito alle difficoltà di portare a buon fine la procedura di istanze-on-line POLIS nella giornata di chiusura delle funzioni on-line per la presentazione delle domande di aggiornamento/permanenza/trasferimento/conferma o scioglimento della riserva, il 17 maggio 2014.

In considerazione della circostanza che il termine di scadenza del 17 maggio u.s. ricadeva nella giornata di sabato, giorno di chiusura degli uffici territoriali, il Miur ritiene che possano essere accolte le richieste di assistenza pervenute oltre tale termine e comunque non oltre il 23 maggio 2014, previa dimostrazione del disguido tecnico subito nella suddetta giornata del 17 maggio (diagnostico del sistema o dichiarazione sotto propria responsabilità, verificabile dal Fornitore dei Servizi Informativi)

Inoltre, potranno essere prese in considerazione le istanze "inserite" ma non "inoltrate", ivi comprese quelle degli aspiranti che in fase di rettifica di una domanda precedentemente inoltrata abbiamo omesso di effettuare un nuovo inoltro.

Gli aspiranti che si trovano in questa condizione dovranno compilare il fac-simile del modello 1 di domanda allegato al DM n. 235 del 1 aprile 2014

La nota Miur del 30 maggio 2014

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur