Graduatorie ad esaurimento: le regioni più gettonate dai precari disposti a trasferirsi

Di
Stampa

voglioilruolo.it – Disporre dei numeri sulle consistenze dei pettini e delle code, è importante ai fini delle scelte che i docenti dovranno fare durante l’aggiornamento delle graduatorie previsto per il 2011. Infatti, mentre le province di pettine sono generalmente i luoghi in cui si vive o si spera di lavorare, le code rappresentano i luoghi in cui un docente sarebbe disposto a trasferirsi pur di insegnare.

voglioilruolo.it – Disporre dei numeri sulle consistenze dei pettini e delle code, è importante ai fini delle scelte che i docenti dovranno fare durante l’aggiornamento delle graduatorie previsto per il 2011. Infatti, mentre le province di pettine sono generalmente i luoghi in cui si vive o si spera di lavorare, le code rappresentano i luoghi in cui un docente sarebbe disposto a trasferirsi pur di insegnare.

La consistenza delle code è pertanto un’indicazione orientativa su quanti docenti, avendo espresso nel 2009 una predisposizione a trasferirsi in quelle province, potrebbero sceglierle definitivamente nel 2011.

Su www.voglioilruolo.it, l’innovativo strumento di supporto per tutti i docenti precari, sono disponibili i dati sulle scelte e sulla distribuzione geografica dei docenti precari italiani:

Sicilia e Campania le regioni con il più alto numero di insegnanti della scuola primaria e scuola dell’infanzia “a pettine”; Lombardia e Toscana le regioni maggiormente scelte come “code” dagli insegnanti di primaria e infanzia. In figura è riportato un esempio per la classe di concorso A059,

 

 

per la quale Sicilia e Campania risultano essere le regioni di pettine più affollate con Piemonte e Lombardia come regioni di coda più gettonate.

Per tutte le altre classi di concorso sono disponibili queste informazioni su http://www.voglioilruolo.it/statistiche/distribuzioneGeografica

Analogamente è possibile effettuare le suddette analisi scendendo anche nel dettaglio delle province scelte come coda, per tutte le classi di concorso, utilizzando il servizio “Provincia Migliore”.

Grazie a voglioilruolo, il docente precario può inoltre navigare tra le graduatorie comodamente su un solo sito, ricostruire tutti i dettagli dei docenti inseriti nelle graduatorie ad esaurimento, consultare le statistiche ed utilizzare, gratuitamente, il nuovo strumento trovascuole, con il quale è possibile cercare ed individuare su una mappa tutte le scuole statali e paritarie, potendone calcolare distanze e percorsi.

Stampa

1,60 punti per il personale ATA a soli 150€, con CFI!