Graduatorie ad esaurimento, depennati scrivono al Miur: Istanze Online non ci fa presentare domanda

Stampa

Comunicato* – I docenti depennati GAE per mancato aggiornamento scrivono al Miur per denunciare quanto sta accadendo con riguardo all’aggiornamento delle graduatorie ad esaurimento (ex permanenti) in pieno svolgimento.

Brevemente trattasi di docenti inseriti nelle graduatorie permanenti/GAE che non hanno aggiornato la loro posizione nei bienni/trienni successivi, contando sulla L.143/2004(art. 1, comma 1 bis) la quale prevedeva espressamente che, all’atto di ogni aggiornamento, era consentito il reinserimento nella graduatoria a richiesta.

Di recente è stato emanato Il D.M. n. 374 del 24 aprile 2019 “

Aggiornamento delle graduatorie ad esaurimento del personale docente ed educativoe delle graduatorie di istituto di I fascia del personale docente ed educativo”, che all art. 1 comma 1. Lettera b) espressamente fa riferimento alla norma primaria sopra citata, sancendo quindi il diritto al reinserimento in GAE per i docenti che ne erano stati cancellati per mancata presentazione dell’istanza in occasione dei precedenti aggiornamenti.

Il decreto di cui sopra ha poi previsto che le domande avrebbero dovuto pervenire esclusivamente, mediante modalità telematica nell’apposita sezione “Istanze on line” del sito internet del Ministero.

Fin qui tutto chiaro, assodato, quindi, finalmente, il diritto di cui sopra, alcuni di questi docentiaccedendoa Istanze on line(IOL) per effettuare il reinserimento hanno visto restituirsi dal sistema il seguente messaggio :

• Aspirante non presente nella base informativa delle graduatorie ad esaurimento ovvero non soddisfacente le condizioni richieste (non avente almeno una graduatoria a pieno titolo o con riserva confermata.

Contattato l’Ufficio Scolastico competente a qualcuno viene risposto che per loro è tutto a posto e che se si ha diritto si deve poter effettuare l’iscrizione, riservandosi comunque di fare dei controlli e invitando a ricontattarli dopo qualche giorno.

In pratica i docenti depennati si vedono negato un diritto; diritto, peraltro, disconosciuto per anni !

Indubbiamente trattarsi di un problema di tipo tecnico e quindi tali docenti chiedono al Miur (Ministero Istruzione Università e Ricerca), nelle persone dei responsabili, un immediato intervento per porre rimedio alla problematica sopra esposta.

Voglia , quindi il MIUR emanare delle note esplicative univoche che non lascino spazio alla libera interpretazione personale, implementando il sistema oppure prevedendo altra modalità di inoltro delle domande di reinserimento.

Ringraziando per l’attenzione prestataci, certi di un pronto riscontro, considerato l’imminente termine di presentazione, porgono cordiali saluti.

*GRUPPO DOCENTI DEPENNATI GAE BLOCCATI

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia