Graduatorie ad esaurimento: dal secondo al 48° posto per inserimento diplomati magistrale. “Sindacati hanno aiutato chi non ha superato un concorso”

Stampa

Un titolo in più – affermano le docenti – rispetto a chi vanta solo l’abilitazione derivante dal diploma magistrale conseguito entro l’a.s. 2001/02 che solo dal 2014 viene riconosciuto abilitante dal Ministero, ma solo per l’inserimento nella II fascia delle graduatorie di istituto.

Da un lato stiamo rendicontando il disagio dei diplomati magistrale che, pur avendo ottenuto cautelare favorevole all’inserimento in Graduatoria ad esaurimento, non riescono ad ottenere ruoli e supplenze se non interviene anche il decreto di ottemperanza

Diplomati magistrale in GaE: Roma nel caos per mancanza di tempo e personale per controlli

Diplomati magistrale in GaE: Uffici Scolastici non applicano note Miur. A Torino blocco nomine, a Milano primi risultati positivi

Dall’altro però ci sono i docenti già presenti nelle graduatorie ad esaurimento che lo scorso anno, in occasione del piano straordinario di assunzioni, avevano maturato la scelta di non aderire (o nel caso dell’infanzia erano state escluse dal Governo) confidando di poter arrivare presto al traguardo nella propria provincia in base alla posizione acquisita.

Posizioni che invece quest’anno vengono rimesse in discussione dalle ordinanze e sentenze di Tar e Consiglio di Stato, come documentato dalle nuove graduatorie che gli Uffici Scolastici stanno pubblicando in questi giorni

“C’è una collega che da 2a è passata ad essere 48esima  – racconta un’insegnate della scuola primaria al quotidiano RovigoOggi – Noi non abbiamo niente contro le nostre colleghe ma non è giusto essere superati da chi non ha fatto un concorso”. “Ci sentiamo indifesi e si è innescata una guerra tra i poveri: i sindacati si sono infatti schierati con gli insegnati di seconda fascia e li hanno aiutati a presentare i ricorsi” afferma Cristina Ferraresi, maestra d’asilo.

“Siamo rimasti a bocca aperta vedendo entrare nella Gae gli altri insegnanti” sostiene Paola Brizzante, insegnante. Paradossale è che, nel caso i diplomati di seconda fascia non fossero confermati,  dovrebbero essere sostituti ad anno scolastico inoltrato  (stiamo per l’appunto parlando di novembre) con percorsi didattici già avviati da due mesi.”

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur