Graduatorie ad esaurimento 2014: Miur risponderà su riserva e licenziamento, elenchi prioritari, 30 punti TFA

Di Lalla
WhatsApp
Telegram

red – Una questione molto delicata nell’aggiornamento delle graduatorie ad esaurimento è quella dell’inserimento del titolo alla riserva dei posti, che comporta l’iscrizione nelle liste del collocamento obbligatorio. Prime sommarie indicazioni su elenchi prioritari. Il Miur individuerà il biennio di riferimento per la decurtazione dell’eventuale servizio contemporaneo a chi, inserito nelle Graduatorie ad esaurimento, ha conseguito abilitazione TFA. Guide e consulenza sulle graduatorie– Calcola il punteggio titoli e servizi

red – Una questione molto delicata nell’aggiornamento delle graduatorie ad esaurimento è quella dell’inserimento del titolo alla riserva dei posti, che comporta l’iscrizione nelle liste del collocamento obbligatorio. Prime sommarie indicazioni su elenchi prioritari. Il Miur individuerà il biennio di riferimento per la decurtazione dell’eventuale servizio contemporaneo a chi, inserito nelle Graduatorie ad esaurimento, ha conseguito abilitazione TFA. Guide e consulenza sulle graduatorie– Calcola il punteggio titoli e servizi

Riserva dei posti

Un aspetto molto importante – riferisce la Gilda degli Insegnanti – chiarito dal Dott. Molitierno riguarda l’ aggiornamento delle suddette Graduatorie mediante l’ inserimento del diritto alla riserva dei posti da parte degli appartenenti alle categorie protette aspiranti al ruolo ed alle supplenze annuali e fino al termine delle attività didattiche. In applicazione della L. 24/12 (il c.d. Decreto Mille Proroghe, convertito con modifiche) l’ inserimento del diritto alla riserva – come già avvenuto l’ anno scorso – avrà cadenza annuale in contemporanea con lo scioglimento delle riserve e l’ acquisizione della specializzazione per il sostegno agli alunni disabili entro il 30 giugno p.v.

Seguici su FaceBook per seguire le notizie sulle Graduatorie in tempo reale

Da quanto sopra, quindi, dietro ns. precisa richiesta, sono fatti salvi i diritti di coloro che vedranno concludersi i contratti di supplenza in data 30 giugno e che, pertanto, potranno inserirsi da disoccupati fra le categorie protette, senza l’ onere di doversi licenziare. Resta, purtroppo, irrisolta la questione di cui trattasi per quanto riguarda i destinatari delle supplenze annuali che – per beneficiare dello stato di disoccupazione e del conseguente diritto alla riserva dei posti – dovranno necessariamente concludere anzitempo il loro contratto non oltre il 30 giugno.

Elenchi prioritari
Per quanto riguarda nel modulo domanda l’ indicazione dell’ inserimento negli Elenchi Prioritari va barrata la casella corrispondente all’ anno scolastico in cui tale diritto è stato acquisito per la prima volta e solo da allora sarà possibile attribuire – se non già dichiarato nella tornata precedente – il servizio alla classe di concorso per la quale si ha interesse, anche se il servizio è stato prestato nei progetti regionali di cui alla cit. L. 167/09.
Si è chiarito, inoltre, che la validità del servizio nei suddetti progetti non prestato per rinuncia, in quanto all’ epoca risultava non valutabile, sarà comunque riconosciuto relativamente all’ anno scolastico 2012/13 non compreso nel c.d. Decreto Salvaprerecari.
Per coloro che, invece, non erano presenti negli Elenchi Prioritari il servizio sarà valutato esclusivamente per la sua durata alla stregua delle normali supplenze, qualora nella nomina sia indicata la data d’ inizio e di fine mentre, nei casi in cui le convenzioni fra le Regioni interessate ed il MIUR prevedevano contratti atipici, il servizio sarà corrispondente ai gg. di servizio effettivamente prestati. Su questo punto la ns. Delegazione ha invitato l’ Amministrazione a farsi carico di un puntuale controllo delle tipologie di contratto adottate nelle singole convenzioni.

30 punti TFA

Fra le FAQ di prossima emanazione – si legge nel resoconto Gilda degli Insegnanti – relativamente al punteggio di 30 p. spettante a coloro che hanno superato un TFA, sarà individuato il biennio per il quale si dovrà cancellare il servizio prestato.

Corsi di perfezionamento

Si è precisato che i Corsi di perfezionamento attinenti alla didattica, alle metodologie ed alla valutazione vanno considerati trasversali alle discipline insegnate e, pertanto, vanno valutati.

Servizio nei Licei Musicali e Coreutici 

Si è concordato, inoltre, che il servizio prestato nei Licei Musicali e Coreutici per essere valutato dev’ essere riconducibile alla classe di concorso (A031/A032/A077) dalla cui graduatoria si è stati individuati."

Va segnalato che al momento si tratta di indicazioni sommarie, che saranno formalizzate nelle FAQ che il Ministero si è impegnato ad emanare con tempestività.

WhatsApp
Telegram

TFA sostegno VII ciclo. Solo poche settimane per prepararti. Non perderti gli incontri interattivi di Eurosofia