Graduatorie ad esaurimento 2014: i controlli per chi cambia provincia

Di Lalla
WhatsApp
Telegram

red – La nota Miur n. 999 del 1 aprile 2014 raccomanda agli Uffici Scolastici la necessità di "idonei e scrupolosi" controlli sulle dichiarazioni rese dagli aspiranti che aggiornano le Graduatorie ad esaurimento per il triennio 2014/17. E prosegue indicando in maniera analitica come procedere nel caso di aspiranti che cambiano provincia.  Guide aggiornamento Graduatorie ad esaurimento

red – La nota Miur n. 999 del 1 aprile 2014 raccomanda agli Uffici Scolastici la necessità di "idonei e scrupolosi" controlli sulle dichiarazioni rese dagli aspiranti che aggiornano le Graduatorie ad esaurimento per il triennio 2014/17. E prosegue indicando in maniera analitica come procedere nel caso di aspiranti che cambiano provincia.  Guide aggiornamento Graduatorie ad esaurimento

Il procedimento

  • L’Ufficio Scolastico di arrivo richiede all’Ufficio Scolastico della provincia di provenienza il fascicolo
  • L’Ufficio scolastico di provenienza è tenuto a trasmetterlo in modo tempestivo
  • L’Ufficio Scolastico di provenienza deve redigere una dichiarazione che attesti la coerenza del punteggio attribuito, specificando il punteggio attribuito per ogni titolo
  • L’ufficio Scolastico di arrivo deve comunque effettuare tutte le verifiche necessarie.

Il dm n. 235 del 1° aprile 2014 affronta l’argomento "Controlli" all’art. 15 comma 2

"Qualora l’Ufficio Scolastico territorialmente competente abbia necessità di effettuare operazioni di controllo sulle posizioni di docenti trasferitisi da graduatorie di altre province, dovrà richiedere i relativi fascicoli all’Ufficio Scolastico di provenienza, che ne curerà la trasmissione previa verifica della completezza della documentazione a suo tempo presentata. Sarà altresì cura dell’ufficio richiedente controllare la coerenza tra il punteggio complessivo e i titoli effettivamente dichiarati e posseduti, nel rispetto delle disposizioni di cui al comma precedente".

Seguici su Facebook, news in tempo reale

La nota 999 del 1 aprile 2014 approfondisce il discorso

"L’ufficio di provenienza dovrà assicurare la tempestiva trasmissione del fascicolo all’ufficio ricevente dopo aver effettuato la verifica della documentazione contenuta nel fascicolo.

In particolare l’Ufficio di provenienza dovrà allegare alla nota di trasmissione una dichiarazione, sottoscritta dal Dirigente responsabile del procedimento, nella quale si attesti la coerenza tra il punteggio attribuito al docente e i titoli dichiarati e posseduti, che saranno esplicitamente elencati con l’indicazione del punteggio attribuito per ogni titolo.

L’Ufficio richiedente verificherà che sia stata allegata la suddetta dichiarazione e, in caso contrario, la richiederà con la massima sollecitudine.

Restà altresì fermo l’onere a carico dell’Ufficio richiedente di effettuare tutte le verifiche sulla documentazione contenuta nei fascicoli e sulla correttezza e coerenza del punteggio attribuito.

Gli Uffici territorialmente competenti dovranno adottare in autotutela tutti gli eventuali provvedimenti necessari per il ripristino della corretta composizione delle graduatorie."

Per il cambio provincia

  • Applicazione Miur visualizzazione numeri iscritti in graduatoria. Vai alla pagina

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur