Graduatorie A42 in FVG: cosa sta succedendo? Lettera

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Perché fare un concorso? La domanda potrebbe sembrare sciocca e la risposta, al contrario, assolutamente scontata: serve ad avere una possibilità per un posto di lavoro.

Niente da eccepire, quando la domanda viene posta “prima” della decisione in merito a partecipare o meno ad un concorso che è stato bandito.
Quando invece la domanda sorge “dopo” aver già partecipato ad un concorso, la risposta non è altrettanto immediata. E di domande senza risposta ce ne sono parecchie per alcuni docenti della classe A42 (Scienze e tecnologie meccaniche) che hanno partecipato al concorso 2018.
Come già evidenziato in una precedente lettera pubblicata su “Orizzonte Scuola” ed inviata da un docente A42 della Lombardia, sembrava strano come mai le graduatorie con i risultati del concorso tardassero ad essere pubblicate, nonostante gli orali fossero terminati già il 12 giugno.
L’articolo risale agli ultimi giorni di agosto ed era manifesta la preoccupazione dello scrivente affinché le graduatorie potessero essere pubblicate entro la scadenza utile prevista per il 31 agosto.
Preoccupazione condivisa anche da noi docenti del Friuli-Venezia Giulia e tanto più giustificata dal fatto che i vari tentativi di richiesta di chiarimenti presso l’USR Lombardia non avevano ricevuto nessuna risposta. Ci si chiedeva soprattutto quale fosse il motivo per cui nel frattempo fossero già state pubblicate le graduatorie per classi di concorso che avevano terminato gli esami anche molto più tardi.
Finalmente, il 29 di agosto, sul sito dell’USR Lombardia, compaiono le graduatorie della classe di concorso A42. Ma solamente relativamente ai docenti della Lombardia, Piemonte e Veneto.
Alla data attuale del 5 settembre non si sa ancora nulla delle graduatorie A42 relative ai docenti delle altre regioni che erano state associate all’USR Lombardia, tra cui la graduatoria del Friuli-Venezia Giulia.
E questo nonostante le nuove e più incalzanti richieste di chiarimenti da parte di noi docenti. Se prima il ritardo della pubblicazione delle graduatorie sembrava strano, questa pubblicazione parziale o selettiva sembra davvero inspiegabile. Ed infatti, una volta di più, tutte le richieste di chiarimenti hanno ricevuto le consuete non risposte da parte dell’USR della Lombardia.
Poco è cambiato provando poi a chiedere delucidazioni anche presso l’USR del Friuli-Venezia Giulia. La risposta in questo caso è arrivata, ed anche rapidamente, ma solo per precisare come la pubblicazione delle graduatorie competa esclusivamente all’USR Lombardia e per dispiacersi dell’impossibilità di fornire una motivazione della mancata pubblicazione per la nostra regione.
E torniamo quindi alla domanda iniziale. Perché fare un concorso? Ce la possiamo porre noi docenti, che anche per questo a.s. 2018-2019 già alle porte aspetteremo le chiamate per una nuova supplenza annuale, proprio come se non avessimo partecipato al concorso 2018.
E se la potrebbe porre pure il Ministero. Se non erano previste assunzioni in ruolo per i docenti A42 della nostra regione, se la filosofia è quella di non creare graduatorie da svuotare nel tempo, perché includerci in questo concorso? Perché farci andare a sostenere degli esami fuori sede, con relativi oneri di viaggio e alloggio?
Per l’USR del Friuli-Venezia Giulia, la domanda che rimane è invece la seguente: c’è l’interesse affinché i risultati del concorso siano pubblicati? Anche questa domanda è stata rivolta ai diretti interessati ma, ancora una volta, non c’è stata nessuna risposta.

Inviato da Andrea Giusti, Davide Pezzarini, Gisella Cascio, Massimiliano Coran, Tommaso Micciulli (docenti A42 della regione Friuli-Venezia Giulia
che hanno partecipato al concorso 2018, svoltosi a Vigevano in Lombardia)

Versione stampabile
anief
soloformazione