Argomenti Chiedilo a Lalla

Tutti gli argomenti

Graduatoria interna docenti: ecco come si calcola la continuità sul comune [con esempi]

Stampa

Il punteggio della graduatoria interna prevede oltre alla continuità di scuola anche quello relativo al comune di titolarità. Vediamo come si assegna.

Pierpaolo scrive

Buongiorno, Volevo dei chiarimenti sulla compilazione della domanda per l’individuazione dei docenti soprannumerari nella scuola di titolarità. Premetto che l’anno scorso, dopo cinque anni trascorsi in una stessa scuola, sono risultato perdente posto e dopo aver presentato la domanda condizionata sono stato trasferito, appunto a domanda condizionata, in un’altra scuola dello stesso comune e che quest’anno presenterò domanda per rientrare nella scuola dalla quale sono stato trasferito. Volevo sapere se nel presentare quest’anno la domanda per la formulazione della graduatoria interna, oltre a inserire i 5 anni di continuità (2 punti X 5 anni = 10 punti), che anche se effettuati in una scuola diversa mi vengono valutati in quanto perdente posto l’anno scorso, essendo la scuola di provenienza (e dalla quale sono risultato appunto perdente posto) nello stesso comune, posso inserire questi stessi 5 anni anche nella voce successiva relativa agli anni di servizio prestati in scuole dello stesso comune (1 punto X 5 anni = 5 punti). Certo di una celere risposta ringrazio anticipatamente

Continuità sul comune

Il punteggio della continuità in riferimento al servizio prestato nella scuola di attuale titolarità non si cumula, per lo stesso anno scolastico, con l’eventuale punteggio attribuito per la continuità nel comune ove è situata la scuola di attuale titolarità.

Conclusione

Pierpaolo è un perdente posto che ha maturato 5 anni di continuità nella sua ex scuola, per cui ora nella compilazione della domanda della graduatoria interna deve:

  • inserire questi 5 anni di continuità di scuola come se fosse ancora titolare nella sua ex scuola;
  • tale punteggio va inserito anche nella domanda di mobilità per richiedere il rientro.

Il punteggio così posto deve risultare dall’Allegato F da presentare a scuola  (graduatoria interna) e da inserire nella domanda online (domanda di rientro).

Questi 5 anni non possono invece essere inseriti, per la graduatoria interna, nella continuità del comune. Coincidono infatti con i 5 anni della scuola.

E’ infatti noto che il docente deve dichiarare di aver prestato ininterrottamente servizio nello stesso comune di titolarità, conservandone la titolarità in altre unità scolastiche dello stesso, negli anni scolastici immediatamente precedenti a quelli già dichiarati per la continuità di scuola.

Chiariamolo con un esempio:

  • docente che è nell’attuale scuola A di titolarità del comune X dal 2015/16 a tutt’oggi.

Pertanto ha 4 anni di continuità nell’attuale scuola con l’attribuzione di 8 pp. (4 anni x 2).

Lo stesso docente dal 2011/12 al 2014/15 ha svolto, sempre in modo continuativo, servizio nella scuola B ma sempre del comune A (che è quello di attuale titolarità):

Per tale servizio gli saranno assegnati ulteriori 4 punti che corrispondono ai 4 anni di titolarità nello stesso comune.

Totale 12 pp. scuola + comune

In poche parole il punteggio per la continuità di scuola non può sommarsi a quello del comune se gli anni coincidono.

Si premia invece la continuità sul comune quando il docente cambia scuola, ma rimane sempre nello stesso comune, e così può sommare il punteggio del comune a quello dell’attuale scuola di titolarità.

Ciò vale anche per il perdente posto, solo però qualora al termine dell’ottennio non sia rientrato nella scuola di precedente titolarità ma in altra scuola dello stesso comune, ha titolo al mantenimento del punteggio relativo al comune (1 punto) anche per tutti gli 8 anni dell’ottennio.

Stampa
Chiedilo a Lalla

Invia il tuo quesito a [email protected]
Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.
Per le istituzioni scolastiche. Consulenza specifica e risposta garantita. Gratuitamente [email protected]

Eurosofia: Analisi Comportamentale Applicata (ABA) tra i banchi di scuola. Non perderti questa grande opportunità formativa