Argomenti Chiedilo a Lalla

Tutti gli argomenti

Graduatoria interna di istituto: il docente con precedenza 104 per assistenza familare può essere escluso solo se il familiare risiede nella provincia di titolarità

WhatsApp
Telegram

I requisiti necessari per l’esclusione dalla graduatoria interna di istituto sono indicati nell’art.13 del CCNI sulla mobilità. Vediamo i dettagli

Una lettrice ci scrive:

Come si può tutelare un docente che risulta perdente posto perché il collega con meno punteggio ha presentato domanda di esclusione per assistenza a genitore disabile. Il genitore risulta essere residente in diversa provincia.

La graduatoria interna di istituto è di estrema importanza per l’individuaione di eventuali docenti soprannumerari in presenza di contrazione nell’organico della scuola, con riduzione nel numero di cattedre.

Nella graduatoria devono essere inseriti tutti i docenti titolari nella scuola, in base al punteggio spettante, valutato secondo la tabella di valutazione allegata al CCNI, con le precisazioni riguardanti i trasferimenti d’ufficio.

I docenti in possesso di specifiche precedenze, però, hanno diritto all’esclusione dall graduatoria, al fine di salvaguardare la loro titolarità nella scuola, a meno che la contrazione di organico non sia tale da rendere strettamente necessario il loro coinvolgimento.

Quali precedenze consentono l’esclusione dalla graduatoria?

Come stabilisce l’art.13 comma 2 del contratto sulla mobilità, non sono inseriti nella graduatoria interna di istituto i docenti beneficiari delle precedenze indicate nel comma 1 nei punti I), III), IV) e VII)

Si tratta delle seguenti precedenze:

I) Disabilità e gravi motivi di salute

III) Personale con disabilità e personale che ha bisogno di particolari cure continuative

IV) Assistenza al coniuge, ed al figlio con disabilità; assistenza da parte del figlio referente unico al genitore con disabilità; assistenza da parte di chi esercita la tutela legale

VII) Personale che ricopre cariche pubbliche nelle amministrazioni degli enti locali

Precedenza per assistenza familiare con104, quando si ha diritto all’esclusione dalla graduatoria?

Per i docenti beneficiari della precedenza stabilita nel punto IV, il diritto all’esclusione dalla graduatoria interna di istituto è valido soltanto in presenza di precise condizioni, esplicitate nel succitato comma 2 dell’art.13.

Nello specifico, ai fini dell’esclusione, è indispensabile quanto segue:

1- la scuola di titolarità deve essere ubicata nella stessa provincia di residenza dell’assistito

2- la scuola di titolarità deve essere ubicata nel comune di residenza dell’assistito o, in assenza di scuole in tale comune, nel comune viciniore

3- se la scuola di titolarità è ubicata in un comune diverso da quello dell’assistito, l’esclusione dalla graduatoria interna si applica solo a condizione che sia stata presentata, per l’anno scolastico di riferimento, domanda volontaria di trasferimento nel comune di residenza del familiare con 104

Conclusioni

La nostra lettrice ci pone un quesito con il quale evidenzia tutta la sua preoccupazione in quanto è stata dichiarata soprannumeraria malgrado abbia un punteggio superiore a quello del collega che vanta il diritto all’esclusione dalla graduatoria interna di istituto in qualità di beneficiario della precedenza per assistenza al genitore disabile con 104.

La normativa, come precedentemente indicato, tutela i docenti in possesso della precedenza per assistenza familiare disabile con 104, ma nel caso indicato dalla nostra lettrice, il suo collega non ha diritto a questa tutela, in quanto, come ci informa, il genitore risiede in una provincia diversa rispetto a quella in cui è ubicata la scuola di titolarità.

Come chiarito sopra una delle condizioni indispensabili per usufruire del diritto all’esclusione dalla graduatoria interna di istituto è che la scuola di titolarità sia ubicata nella stessa provincia di residenza dell’assistito. Questa condizione non sussiste, per cui il collega non potrà essere escluso dalla graduatoria e dovrà essere inserito in base al punteggio. Avendo lui un punteggio inferiore, sarà posizionato in coda nella graduatoria e, conseguentemente, sarà lui a dover essere dichiarato perdente posto e non la nostra lettrice

WhatsApp
Telegram
Chiedilo a Lalla

Invia il tuo quesito a [email protected]
Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.

Concorso Dirigenti scolastici, preselettiva superata? Preparati per lo scritto