Graduatoria interna di istituto docenti 2023, valutazione pre-ruolo, non valgono i servizi svolti nelle scuole paritarie tranne pochi casi

WhatsApp
Telegram

Nella graduatoria interna di istituto, nell’ambito dell’anzianità di servizio, si valuta anche il servizio svolto prima dell’immissione in ruolo. Si valuta solo il pre-ruolo riconosciuto ai fini della carriera?

Graduatoria interna

Entro il prossimo 5 aprile, i dirigenti scolastici devono aver predisposto e pubblicato la graduatoria interna di istituto, redatta ai fini dell’individuazione dell’eventuale perdente-posto.

Qui il nostro speciale con tutte le info necessarie

Valutazione pre-ruolo

Il servizio pre-ruolo è valutato ai sensi del punto B, sezione A1, della Tabella A “Tabella di valutazione dei titoli ai fini dei trasferimenti a domanda e d’ufficio del personale docente ed educativo”, con le precisazioni riguardanti la mobilità d’ufficio, tabella allegata al CCNI 2022/25.

In base alla succitata tabella, nella graduatoria interna di istituto (come nella mobilità d’ufficio) il servizio pre-ruolo è valutato per intero per i primi 4 anni, mentre il periodo eccedente è valutato 2/3, ossia:

  • 3 punti ogni anno per i primi 4 anni
  • 2 punti ogni anno dal quinto anno

Queste le regole e i criteri in base ai quali il succitato servizio viene valutato:

  • l’anno di servizio si matura (e quindi si valuta), se è stato prestato un servizio (anche non continuativo) di almeno 180 giorni oppure un servizio ininterrotto dal 1° febbraio sino al termine delle operazioni di scrutinio finale o, per la scuola dell’infanzia, fino al termine delle attività educative;
  • il servizio militare o il sostitutivo servizio civile, nei limiti del rapporto di lavoro, è valutato solo se prestato in costanza di rapporto di impiego come docente a tempo determinato nella scuola statale;
  • è valutato come pre-ruolo (6 punti in caso di mobilità volontaria) il servizio prestato dai docenti di ruolo ai sensi dell’articolo 36 del CCNL 2007 (quindi con incarico di supplenza al 30/06 o al 31/08);
  • l’anzianità di servizio pre-ruolo è riconosciuta anche al personale proveniente dagli Enti Locali e che abbia svolto, prima del trasferimento allo Stato, effettivo servizio di docente nelle scuole statali;
  • il servizio non di ruolo effettivamente prestato in scuole o istituti situati nelle piccole isole, ai sensi dei punti B1 della suddette tabelle A e B, è valutato il doppio, anche nei casi di mancata prestazione del servizio per gravidanza, puerperio e servizio militare/sostitutivo servizio civile;
  • i periodi di congedo retribuiti e non, disciplinati dal decreto legislativo n. 151/2001 (congedo di maternità, congedo di paternità, congedo parentale, congedi per la malattia del figlio), sono computati nell’anzianità di servizio a tutti gli effetti;
  • il servizio prestato nelle scuole paritarie non è valutabile in quanto non riconoscibile ai fini della ricostruzione di carriera;
  • è valutato doppio il servizio prestato su sostegno, nel solo caso in cui il trasferimento a domanda o d’ufficio sia richiesto per posti di sostegno (e anche per le scuole speciali e/o a indirizzo didattico differenziato);
  • nella graduatoria interna di istituto è valutato doppio il servizio prestato su sostegno ai soli titolari su sostegno;
  • per la sola scuola primaria, il punteggio è raddoppiato in caso di servizio prestato in scuole di montagna, ai sensi della legge n. 90/1957.

A quanto sopra riportato, aggiungiamo le indicazioni presenti nella Premessa che precede le note alla tabella:

Il servizio prestato nelle scuole paritarie non è valutabile in quanto non riconoscibile ai fini della ricostruzione di carriera. 
E’ fatto salvo il riconoscimento del servizio prestato:
a) fino al 31.8.2008 nelle scuole paritarie primarie che abbiano mantenuto lo status di parificate congiuntamente a quello di paritarie
b) nelle scuole paritarie dell’infanzia comunali
c) nelle scuole secondarie pareggiate (art. 360 del T.U.).

Quesito

Una nostra lettrice chiede quanto segue:

Avrei bisogno di sapere se il servizio pre-ruolo ai fini delle graduatorie interne di istituto si valuta in base agli anni conteggiati nella ricostruzione di carriera oppure si tiene conto del pre-ruolo generico (ovvero al di fuori della ricostruzione).

Come sopra riportato, il servizio svolto nelle scuole paritarie non è valutabile in quanto non riconoscibile ai fini della ricostruzione di carriera, fatto salvo il servizio prestato: fino al 31/8/2008 nelle scuole paritarie primarie, che abbiano mantenuto lo status di parificate congiuntamente a quello di paritarie; nelle scuole paritarie dell’infanzia comunali; nelle scuole secondarie pareggiate.

Pertanto, rispondiamo alla nostra lettrice, affermando che il servizio valutabile è quello riconoscibile ai fini della carriera, fermi restando i criteri e sopra riportati.

Graduatoria interna di istituto docenti 2023: chi “perde il posto”, ecco come si compila la domanda [LO SPECIALE]

WhatsApp
Telegram

Percorsi abilitanti riapertura straordinaria 60 cfu. Scadenza adesioni 24 giugno. Contatta Eurosofia