Argomenti Chiedilo a Lalla

Tutti gli argomenti

Graduatoria interna di istituto: 12 punti solo al concorso ordinario, non straordinario uno e bis. Scienze della formazione primaria è titolo di accesso

WhatsApp
Telegram
insegnante

Graduatoria interna di istituto: una volta assunti a tempo indeterminato i docenti compileranno ogni anno la modulistica per l’individuazione dell’eventuale sovrannumerario nella scuola di titolarità nel caso in cui le cattedre diminuiscano. Già nell’anno scolastico 2023/24, dopo qualche anno di relativa stabilità, il numero di docenti sovrannumerari comincia a farsi sentire nonostante a livello generale i posti in organico siano pressoché stabili. Ma i conti si fanno per singola scuola, e per singolo docente.

I 12 punti del concorso: si considera solo quello ordinario

Un punteggio molto ambito nelle graduatorie interne di istituto riguarda i 12 punti che vengono assegnati al “concorso”.

Ma – attenzione – non qualsiasi concorso e non in  tutte le circostanze.

Un docente ci chiede

Sono un docente vincitore di concorso straordinario bis che sta facendo l’anno di prova. Il mio quesito è: anche per noi vincitori di straordinario bis verranno attribuiti 12 punti nelle graduatorie interne essendo comunque vincitori di un concorso pubblico?

Posto che nelle graduatorie in pubblicazione in questi giorni i docenti assunti da concorso straordinario bis non vanno inseriti perchè ancora assunti a  tempo determinato, la domanda può essere utile per gli anni successivi.

Fermo restando che quello svolto sulla base del DDG n. 1081 del 6 maggio 2022, il concorso straordinario bis del comma 9bis dell’art. 9 del DL 73/2021 sia un concorso pubblico, non è questo il principio stabilito dal CCNI per la mobilità ai fini della valutazione.

Esso infatti è infatti un concorso straordinario. Il docente dice “sono un docente vincitore di concorso straordinario bis” ma in questo caso la vincita del concorso è stata determinata sommando il punteggio della prova a quello dei titoli, che lo ha collocato nel numero dei docenti vincitori corrispondente al numero dei posti a bando.

La prova svolta dal docente non presupponeva un punteggio minimo per il suo superamento ma solo un punteggio per stabilire la graduatoria dei vincitori.

Al contrario nella graduatoria interna di istituto a valere è “il superamento di un

  • ordinario;
  • per esami e titoli;
  • per l’accesso al ruolo di appartenenza o a ruoli di livello pari o superiore a quello di appartenenza.”

Il concorso straordinario non è un concorso ordinario, altrimenti avrebbe dovuto contemplare il non superamento. Nella graduatoria interna a valere infatti è il superamento delle prove, non l’essere nella graduatoria dei vincitori e neanche l’essere stati assunti da quella procedura.

Ne abbiamo parlato in

Graduatoria interna di istituto: 12 punti concorso ordinario a chi ha superato le prove ed è in graduatoria, anche se assunto da GaE o GPS

Graduatoria interna di istituto in pubblicazione nelle scuole, quando il concorso ordinario vale 12 punti. RISPOSTE AI QUESITI

Graduatoria interna di istituto docenti, quando si può valutare il concorso. Occhio al ruolo di appartenenza

Articoli nei quali abbiamo esposto la più ampia casistica relativa alla valutazione del concorso. Ordinario.

Scienze della formazione primaria: la laurea è titolo di accesso al ruolo

SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA: per infanzia e primaria è considerato titolo di accesso e quindi non è valutabile, salvo alcuni casi.

Ai docenti in ruolo nella scuola dell’infanzia che siano in possesso di laurea in scienze della formazione primaria con indirizzo-primaria (vecchio ordinamento), titolo non utile ai fini dell’accesso al ruolo della scuola dell’infanzia, verrà riconosciuto il punteggio di n. 5 punti in quanto titolo aggiuntivo a quello necessario per l’accesso al ruolo di appartenenza (e viceversa).

Esempi:

  • docente titolare primaria con diploma magistrale e SFP indirizzo primaria (entrambi titolo di accesso): non valutabile
  • docente titolare primaria con concorso primaria e SFP indirizzo primaria (entrambi titolo di accesso): non valutabile
  • docente titolare infanzia con diploma magistrale e SFP indirizzo infanzia (entrambi titolo di accesso): non valutabile
  • docente titolare infanzia con concorso e SFP indirizzo infanzia (entrambi titolo di accesso): non valutabile
  • docente titolare primaria con diploma magistrale (titolo di accesso) e SFP indirizzo infanzia: valutabile perché aggiuntivo al titolo di accesso
  • docente titolare infanzia con diploma magistrale (titolo di accesso) e SFP indirizzo primaria: valutabile perché aggiuntivo al titolo di accesso
  • docente titolare primaria con SFP indirizzo primaria (titolo di accesso) e SFP indirizzo infanzia: valutabile perché aggiuntivo al titolo di accesso
  • docente titolare infanzia con SFP indirizzo infanzia (titolo di accesso) e SFP indirizzo primaria: valutabile perché aggiuntivo al titolo di accesso
  • docente titolare nella scuola secondaria: non può far valere SFP come seconda laurea perché si tratta di una abilitazione (non valutabile).

La LM85bis, titolo unico per infanzia e primaria può essere considerato solo come titolo di accesso e non è valutabile come seconda laurea per l’altro indirizzo in quanto il titolo è unico, sempre lo stesso.

La consulenza

È possibile inviare un quesito all’indirizzo [email protected] (non è assicurata risposta individuale ma la trattazione di tematiche generali)

È possibile seguire gli aggiornamenti tramite il tag Graduatoria interna di istituto

WhatsApp
Telegram
Chiedilo a Lalla

Invia il tuo quesito a [email protected]
Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.

Nuovi ambienti di apprendimento immersivi per le didattiche innovative proposti da MNEMOSINE – Ente riconosciuto dal Ministero Istruzione