Concorso infanzia primaria, anche idonei in graduatoria di merito: ammissibile emendamento al decreto “taglia prezzi”

WhatsApp
Telegram

Anche l’altro emendamento al decreto taglia prezzi a prima firma Pittoni (Lega) è stato dichiarato ammissibile dalla commissione, aprendo dunque una speranza per gli idonei del concorso infanzia e primaria.

IL TESTO

Emendamento 36.28

(Misure urgenti per la scuola)

PITTONI, MONTANI, BAGNAI, BORGHESI, SIRI, BERGESIO, MARTI, RIPAMONTI, MOLLAME, PIANASSO, PISANI PIETRO

Dopo il comma 2, aggiungere il seguente:

<<2-bis.  Al decreto legge 25 maggio 2021 n. 73, convertito con modificazioni dalla L. 23 luglio 2021, n. 106, all’art. 59, comma 10, lettera d) dopo le parole: “formazione della graduatoria sulla base delle  valutazioni  di cui alle lettere a) b) e c), ” aggiungere le parole:  “relativamente al concorso della scuola secondaria. Resta impregiudicato il concorso per la scuola primaria e dell’infanzia”.

MOTIVAZIONE

La modifica proposta è finalizzata a garantire la futura possibilità di  immissione in ruolo per i docenti che risulteranno idonei non vincitori nel concorso ordinario della scuola primaria e dell’infanzia. Attualmente i docenti che hanno superato le prove scritte e gli orali, pur risultando idonei, non sono inseriti in graduatoria e non possono accedere alle assunzioni a tempo indeterminato

Chi sono gli idonei

Per “idonei” si intende i candidati che hanno partecipato al concorso ordinario di cui al DD n. 498 del 21 aprile 2020 per infanzia e primaria ma che, in base al punteggio derivante da prove + titoli, non si collocano nel numero dei posti a bando.

Secondo il bando l’immissione in ruolo spetta solo a chi si colloca nella graduatoria di merito, non prevedendo scorrimento per eventuali rinunce e costringendo chi ha già superato un concorso a concorrere per il successivo pur avendo superato tutte le prove.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur