Graduatoria ad esaurimento: valutazione master, diplomi e corsi di perfezionamento. Caratteristiche

Stampa
valutazione

Le graduatorie ad esaurimento sono in corso di aggiornamento per il triennio 2019/20, 2020/21, 2021/22 e gli aspiranti possono presentare domanda sino al 16 maggio 2019 ore 14.00.

Graduatorie ad esaurimento, ecco il decreto. Domande dal 26 aprile su Istanze online [con allegati]

Tra i titoli valutabili nelle graduatorie ad esaurimento di III fascia vi sono il Diploma di specializzazione universitario di durata pluriennale, il Diploma di perfezionamento o Master universitario di I e II livello di durata annuale, il Corso di perfezionamento universitario di durata annuale. Vediamo quali caratteristiche devono presentare i predetti titoli ai fini della valutazione, quanti punti valgono e quanti se ne possono conseguire.

Diploma specializzazione pluriennale

Nella tabella di valutazione leggiamo che per il diploma di specializzazione universitario di durata  pluriennale (individuato dalla sigla D.S.) vengono attribuiti 6 punti.

Si valuta un solo titolo.

Diploma di perfezionamento, Master universitario di I e II livello

Per ogni Diploma di perfezionamento o Master universitario di I e II livello di durata annuale, sino ad un massimo di 3, sono attribuiti 3 punti.

Ai fini della valutazione il titolo deve presentare le seguenti caratteristiche:

  • deve essere conseguito con esame finale;
  • la durata annuale corrisponde a 1500 ore e 60 Crediti;
  • si valuta un solo titolo per ciascun anno accademico;
  • deve essere coerente con gli insegnamenti ai quali si riferisce la graduatoria.

Quanto all’ultimo punto, la “coerenza” va riferita agli specifici programmi di insegnamento, mentre le metodologie didattiche si ritengono coerenti con tutti gli insegnamenti.

Corso di  perfezionamento

Per ogni attestato di frequenza di corsi di perfezionamento universitario di durata annuale, sino ad una massimo di 3, sono sono attribuiti punti 1.

Ai fini della valutazione il titolo deve presentare le seguenti caratteristiche:

  • deve essere conseguito con esame finale;
  • si valuta un solo titolo per ciascun anno accademico;
  • deve essere coerente con gli insegnamenti ai quali si riferisce la graduatoria.

Quanto all’ultimo punto, la “coerenza” va riferita agli specifici programmi di insegnamento, mentre le metodologie didattiche si ritengono coerenti con tutti gli insegnamenti.

Nel decreto 374/2017 si precisa che i corsi di durata annuale, strutturati su 1.500 ore e 60 crediti … vanno valutati come detto sopra.

Rilascio titoli e valutazione massima

Per i titoli sopra riportati – Diploma specializzazione pluriennale, Diploma di perfezionamento o Master universitario di I eII livello, corso di perfezionamento – si possono attribuire complessivamente 10 punti.

Tali titoli, inoltre, sono valutati  unicamente se rilasciati da università statali o non statali legalmente riconosciute, italiane  o dell’Unione europea.

I titoli rilasciati dalle Università dell’UE, infine,  devono essere debitamente tradotti e corredati della “dichiarazione di valore in loco” dell’Autorità diplomatica, che ne attesti validità e durata.

Decreto aggiornamento 2019/22 e allegati:

Tutte sull’aggiornamento delle GaE

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia