GPS, troppi errori. Anief avvia i ricorsi per la rettifica dei punteggi e le illegittime esclusioni

Anief – Nonostante le rassicurazioni circa la possibilità di correggere gli errori presenti nelle GPS pubblicate, l’Anief registra che ancora troppi punteggi spagliati e illegittimità sono contenuti nelle Graduatorie Provinciali pubblicate nelle scorse settimane dagli Ambiti Territoriali Provinciali di tutta Italia.

Ancora possibile richiedere il modello di reclamo specifico per la propria situazione, ma indispensabile, adesso, anche procedere con il ricorso per contestare la mancata correzione dei punteggi e per l’illegittima esclusione da specifiche classi di concorso di alcuni docenti che avevano comunque presentato correttamente domanda e in possesso di tutti i titoli utili al corretto inserimento.

L’Anief, proprio a seguito della nota ufficiale diramata dal Ministero dell’Istruzione nei giorni scorsi, e per permettere ai candidati che hanno presentato domanda su Istanze OnLine per il corretto inserimento nelle GPS dichiarando tutti i punteggi e i servizi utili, constatati gli errori presenti nelle Graduatorie provinciali per le supplenze e delle graduatorie d’istituto del personale docente per gli anni 2020/21 e 2021/22, ha preparato tre possibili percorsi, attraverso specifici modelli, per tutelare tutti gli interessati: un modello di reclamo per chiedere all’ufficio scolastico la correzione di errori di valutazione dei titoli o di altra natura nelle GPS; un modello di reclamo specifico contro l’esclusione dalle GPS nonostante si posseggano tutti i requisiti previsti dall’OM n. 60/2020 ivi inclusi i docenti in ruolo con riserva; un’istanza di accesso agli atti per verificare titoli e servizi di altri aspiranti nella propria graduatoria e fascia.

Per ricevere il modello (o i modelli) adatto alla propria situazione, il docente può inviare una mail all’indirizzo [email protected]anief.net o contattare la sede territoriale Anief più vicina anche per ricevere adeguata consulenza. Nel caso in cui i reclami o l’istanza non dovessero sortire l’effetto sperato, Anief assicurerà ogni forma di assistenza per ottenere il riconoscimento dei propri diritti.

Nel frattempo, e in attesa dell’esito del reclamo inviato, è possibile aderire al ricorso di proprio interesse stante la necessità di proporre ricorso presso il competente Tribunale Amministrativo Regionale entro 60 giorni dalla pubblicazione delle GPS. L’Ufficio Legale Anief, dunque, ha predisposto la preadesione gratuita a due distinti ricorsi:

 

Per contestare l’illegittima esclusione dalle GPS per una specifica classe di concorso o tipo posto, pur possedendo e avendo dichiarato nella domanda presentata su Istanze OnLine tutti i titoli e i requisiti richiesti dal Ministero nell’Ordinanza Ministeriale n. 60/2020 e un altro ricorso per contestare l’errato calcolo del punteggio utile nelle GPS operato dall’Amministrazione e presente nelle GPS pubblicate dai singoli Ambiti Territoriali Provinciali.

Attivo, inoltre, il ricorso specifico dedicato ai docenti esclusi dalla II Fascia delle GPS per la classe di concorso A-55 che andrà a contestare la nota Ministeriale che prevede, illegittimamente, la loro esclusione se non in possesso di almeno 16 giorni di servizio nei licei musicali.

Per ulteriori informazioni e preaderire gratuitamente al ricorso contro gli errori di punteggio riscontrati nelle GPS di tuo interesse, clicca qui.

Per ulteriori informazioni e preaderire gratuitamente al ricorso per contestare l’illegittima esclusione da alcune classi di concorso pur possedendone i requisiti utili (compresi i docenti di ruolo “con riserva”), clicca qui.

Per ulteriori informazioni e aderire al ricorso presso il TAR Lazio contro l’esclusione dalle II Fascia GPS per la classe di concorso A-55 per la mancanza del requisito del servizio di almeno 16 giorni nei licei musicali, clicca qui.

Per richiedere il modello di reclamo specifico per la propria personale situazione predisposto dall’Ufficio Legale Anief, gli iscritti al sindacato possono scrivere a [email protected]anief.net