GPS supplenze e nuove modalità accesso insegnamento: quanti CFU saranno richiesti agli ITP?

WhatsApp
Telegram

Nel 2022 è prevista la riapertura delle GPS Graduatorie provinciali per le supplenze, nel frattempo è stato avviato un nuovo dibattito sul Nuovo reclutamento che porterà all’assunzione di circa 70.000 nuovi insegnanti entro il 2024, come previsto da una specifica misura del PNRR.

Il dibattito è ancora alle prime battute e conosciamo solo delle ipotesi, ma su queste è bene cominciare a ragionare.

Reclutamento docenti, tutte le lauree abilitanti tramite i 60 CFU. Ai precari ne basterebbero 36. Ipotesi al vaglio del governo [INFOGRAFICA]

Sarà data anche agli ITP la possibilità di abilitarsi?

Dal momento del suo insediamento il Ministro Bianchi ha fatto intendere che ritiene necessario procedere alla riforma del reclutamento per i docenti, sia per quello che riguarda i concorsi e sia per l’inserimento nelle graduatorie delle supplenze.

Prevista – nelle prime ipotesi in circolazione – la costituzione di lauree abilitanti che prevederebbero l’introduzione di 60 crediti universitari nel settore pedagogico, 24 dei quali dovranno essere ottenuti tramite tirocinio, conseguibili durante il percorso di laurea dagli studenti che intendono intraprendere la professione docente.

Ipotizzata una riduzione dei crediti per i docenti precari i quali dovrebbero integrare solo con 36 CFU evitando il tirocinio dei 24.

Quanti CFU dovranno conseguire i docenti I.T.P. con il nuovo reclutamento? 24? 36 o 60?

Nelle anticipazioni non vi è il minimo accenno ai crediti che dovranno conseguire i docenti I.T.P. con il nuovo reclutamento per conseguire l’abilitazione.

Aggiornamento e riapertura GPS nel 2022

L’ex Ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina con il Decreto Dipartimentale n. 858 del 21 luglio 2020 ha istituito le GPS (graduatorie provinciali supplenze), nelle quali si sono inseriti in una sola provincia a scelta, i docenti abilitati nella prima fascia e i docenti non abilitati nella seconda fascia.

La stessa ordinanza ha consentito contestualmente l’inserimento in seconda e terza fascia d’istituto completando l’istanza con la scelta delle sedi preferite.

L’O.M.60 del 10 luglio 2020, descrive i requisiti di accesso per i docenti I.T.P. (insegnanti tecnico pratici) appartenenti alle classi di concorso B disposti dal D.lgs 59/17.

Articolo 3
(Graduatorie Provinciali per le Supplenze)
ii. per le classi di concorso di cui alla tabella B dell’Ordinamento classi di concorso, possesso del titolo di studio ed eventuali titoli aggiuntivi previsti dalla normativa vigente per la specifica classe di concorso e di uno dei seguenti requisiti: 1. possesso dei titoli di cui all’articolo 5, comma 2, lettera b), del D.lgs 59/17;

Art. 5 comma 2 lettera B
Requisiti di accesso
b) 24 CFU/CFA acquisiti in forma curricolare, aggiuntiva o extra-curricolare nelle discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche, garantendo comunque il possesso di almeno sei crediti in ciascuno di almeno tre dei seguenti quattro ambiti disciplinari: pedagogia, pedagogia speciale e didattica dell’inclusione; psicologia; antropologia; metodologie e tecnologie didattiche.
Fino al 2025 per loro è ancora prevista la partecipazione ai concorsi ordinari, ai concorsi straordinari, alle selezioni del tfa sostegno e all’aggiornamento e/o nuovo inserimento nelle graduatorie delle supplenze esclusivamente col diploma di maturità specifico con l’aggiunta dei 24 CFU per tutti i docenti alla loro prima iscrizione.

L’articolo 5 comma 2 lettera A del D.lgs 59/17, dispone i nuovi requisiti di accesso alla professione insegnante per i docenti tecnico pratici.

Costituisce titolo di accesso al concorso relativamente ai posti di insegnante tecnico-pratico, il possesso congiunto di:
a) laurea, oppure diploma dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica di primo livello, oppure titolo equipollente o equiparato, coerente con le classi di concorso vigenti alla data di indizione del concorso;
Sempre lo stesso decreto all’Art. 22 comunica l’entrata in vigore dei nuovi requisiti:

2. I requisiti di cui all’articolo 5, comma 2, sono richiesti per la partecipazione ai concorsi banditi successivamente all’anno scolastico 2024/2025.

Sino ad allora, per i posti di insegnante tecnico pratico, rimangono fermi i requisiti previsti dal decreto del Presidente della Repubblica 14 febbraio 2016, n. 19. Il presente decreto, munito del sigillo dello Stato, sarà inserito nella Raccolta ufficiale degli atti normativi della Repubblica italiana. È fatto obbligo a chiunque spetti di osservarlo e di farlo osservare.

Cambieranno i requisiti di accesso per i docenti ITP

Il ministro Bianchi dovrebbe dare precise indicazioni ora che c’è ancora tutto il tempo per integrare il proprio titolo di studio e onde evitare inutili esborsi di denaro per una formazione che potrebbe rivelarsi inadeguata.

Istituire prima possibile le nuove tabelle di valutazione dei titoli in anticipo rispetto alla pubblicazione del bando di aggiornamento.

Inserimento ITP nelle GPS 2022

Sarà possibile ai neo diplomati e ai futuri diplomati il primo inserimento nelle GPS?

Nel 2020 i neo diplomati hanno avuto la possibilità di iscriversi nelle GPS, sarà data questa possibilità anche ai futuri diplomati del corrente anno scolastico?

Il prossimo aggiornamento dovrebbe essere l’ultimo che darà la possibilità ai docenti ITP di insegnare senza il possesso di una laurea, ed è proprio per questo che l’O.M. per l’aggiornamento delle GPS potrebbe/dovrebbe essere pubblicata non prima termine degli esami di stato 2022.

WhatsApp
Telegram

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito