Gps, riapertura e aggiornamento: cresce l’attesa per l’ordinanza e la data del via alle domande. Le ipotesi

WhatsApp
Telegram
insegnante

Potrebbe arrivare nelle prossime ore il parere del Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione in merito all’ordinanza ministeriale relativa all’aggiornamento e riapertura delle graduatorie provinciali per le supplenze.

Si tratta di un passaggio importante nonché propedeutico alla pubblicazione dell’ordinanza ministeriale: senza il parere (non vincolante) del CSPI, non si può procedere con il provvedimento del Ministero sulle Gps.

L’operazione di aggiornamento e riapertura delle Gps, come sappiamo, dovrebbe svolgersi entro la primavera ma ancora non si hanno notizie in merito alla data del via delle domande.

Come abbiamo riportato in precedenza, il testo ministeriale, secondo quanto raccolto dalla redazione di Orizzonte Scuola, è arrivato al CSPI la sera del 13 aprile.

Il CSPI, così come prevede il Decreto Riaperture, ha 7 giorni di tempo per rendere noto il parere. Considerato i giorni festivi appena conclusi non è escluso che si possa concedere una proroga.

Ad ogni modo il via libera del Consiglio potrebbe arrivare in effetti a breve, con una possibile pubblicazione dell’ordinanza prima del 25 aprile con apertura delle operazioni il 26 aprile. Usare il condizionale è però fondamentale non solo perchè non abbiamo al momento notizie ufficiali sulla data ma anche perchè in teoria è prevista la convocazione da parte del Ministero alle organizzazioni sindacali per fornire indicazioni pratiche sulla piattaforma che gestirà le domande di aggiornamento e riapertura delle Gps.

Dunque, i tempi per lo start, potrebbero spostarsi ulteriormente, anche se appare piuttosto difficile che si possa andare oltre il 2 maggio.

Cosa sono le GPS

Le GPS Graduatorie provinciali per le supplenze vengono utilizzate, in subordine alle GAE, per l’attribuzione delle supplenze annuali (al 31/08) e di quelle sino al termine delle attività didattiche (al 30/06).

I requisiti di accesso per infanzia primaria, secondaria, ITP, sostegno, personale educativo

Leggi con attenzione chi ha bisogno dei 24 CFU per inserirsi

Come controllare CFU necessari per accedere alla classe di concorso

N.B. Chi ha superato concorso ordinario STEM 2021 ma non è ancora in ruolo si iscrive in prima fascia

Abilitazione da concorso ordinario 2020 e aggiornamento GPS: non è previsto inserimento con riserva in prima fascia

Le graduatorie di istituto

In fase di presentazione della domanda per il rinnovo o il primo inserimento in GPS, si scelgono anche le scuole nelle cui graduatorie comparire. Si tratta di max venti scuole per ogni classe di concorso/posto di insegnamento per cui si è inseriti nelle GPS.

Queste sono le graduatorie di istituto, suddivise in tre fasce

Sono utilizzate dai Dirigenti Scolastici per l’attribuzione delle eventuali supplenze residue al 31 agosto /30 giugno che non è stato possibile attribuire da Gae e GPS, nonché per tutte le supplenze  temporanee (max ultimo giorno di lezione) nelle scuole  – max 20 – scelte dal docente.

Le graduatorie di istituto sono costituite da tre fasce.

a) prima fascia per i docenti delle GaE

b) seconda fascia, in cui saranno inseriti i docenti in possesso di abilitazione specifica inseriti nella prima fascia delle GPS

c) terza fascia, in cui saranno inseriti i docenti in possesso del titolo di studio inseriti nella seconda fascia delle GPS

Si sceglie una sola provincia

I docenti che si inseriscono nelle GPS devono scegliere un’unica provincia. Può essere anche differente rispetto a quella del 2020.

Attenzione ai vincoli per i docenti inseriti nelle GaE.

GPS graduatorie provinciali e di istituto per le supplenze: requisiti, 24 CFU, titoli valutabili, provincia e scelta scuole [LO SPECIALE]

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur