GPS: punteggi sbagliati e mancata rettifica, non so se lavorerò. Lettera

Stampa

Inviato da Elisabetta Bo – Gent.le redazione,
Ho deciso di scrivervi perché trovo vergognoso la gestione delle graduatorie e l’assegnazione delle cattedre.

Io ho fatto l’inserimento 3 anni fa, ho una laurea, un dottorato,un master e ho acquisito i 24 cfu.
Quest’anno mi trovo con meno punti rispetto a quelli con cui mi sono inserita la prima volta, perché alcuni titoli sono stati declassati e svalutati e, in più, non mi sono stati attribuiti tutti i punti relativi al servizio.

Ho provato a chiedere la rettifica, ma a quanto pare, l’unica possibilità per avere ciò che mi spetta è fare ricorso. Ma anche così, forse riavrò i miei punti, ma non il lavoro.
Stanno assegnando cattedre a persone che hanno dichiarato, per volontà o per errore, titoli non valutabili e che verranno licenziati (se è vero) tra un mese, dopo che le scuole avranno fatto il controllo dei titoli.

E quindi?
Le classi saranno di nuovo scoperte.
Ora mi chiedo, perché per i nuovi inserimenti non si sono mantenuti gli stessi criteri degli scorsi anni? Sarebbe stato più facile aggiornare chi già c’era e inserire nuovi candidati.
E poi, perché non dare la possibilità alle scuole polo di verificare i titoli? Non per mala fede (beh, in alcuni casi qualche furbetto c’è!), ma perché può capitare di spuntare la casella sbagliata o scrivere un numero sbagliato…
Così è un vero caos.

Sono delusa, triste e amareggiata. Quest’anno probabilmente non lavorerò perché invece di 78 punti me ne ritrovo 60,cioè parecchie posizioni più in basso,che nemmeno convocano in prima battuta.
E poi ricevo di continuo email dai miei alunni dello scorso anno che chiedono se tornerò da loro.
Come faccio a dire loro che forse nemmeno lavorerò???!!

Stampa

Eurosofia, scopri un modo nuovo e creativo per approcciarti all’arte: “Il metodo del diario visivo” ideato da Federica Ciribì