GPS, Pittoni (Lega): “Norma totalmente da riscrivere, il Ministero si è fatto male da solo”

Stampa

“Credo che poche volte il ministero  dell’Istruzione si sia fatto tanto male da solo, come con l’ordinanza di Lucia Azzolina che ha istituito le Gps (Graduatorie provinciali per le supplenze) stravolgendo, in piena emergenza Covid-19, i punteggi e il sistema di chiamata dei supplenti”. Così il senatore della Lega, Mario Pittoni, vice presidente della commissione Cultura a palazzo Madama.

“Tutto questo senza possibilità di  intervenire nell’immediato, se non con piccole correzioni come quella  da noi suggerita (e non ancora recepita) di garantire un periodo di  provvisorietà per correggere almeno gli errori più grossolani. La  norma è totalmente da riscrivere, prevedendo i principi cui si deve  attenere la Pubblica amministrazione nel redarre le tabelle di  valutazione dei titoli e nel regolare il sistema di accesso all’impiego, di rinuncia alle nomine e i diritti e i limiti alla mobilità territoriale”, aggiunge.

“Va poi emanato il nuovo regolamento, sentite le parti sociali, da sottoporre e far approvare agli organi di controllo. Infine, con congruo anticipo sulla data di vigenza delle graduatorie,  andrà emanato il bando che non potrà non prevedere la possibilità di  esperire reclamo avverso la stesura provvisoria delle graduatorie”, conclude.

Stampa

1,60 punti per il personale ATA a soli 150€, con CFI!