GPS graduatorie supplenze, la provincia scelta vale anche per l’anno scolastico 2021/22

Stampa

Graduatorie provinciali e di istituto per le supplenze: le domande sono state presentate entro il 6 agosto 2020. I docenti che non avevano alcun collegamento con le GaE, hanno potuto scegliere una sola provincia, che sarà valida per tutta la durata degli elenchi. Anche se non si dovesse lavorare, anche se le circostanze della vita portano a scelte diverse e non prevedibili anticipatamente.

Una nostra lettrice chiede

Sto completando a Verona il corso TFA. L’anno scorso, quando si sono aperte le GPS, ho scelto come provincia la città di Verona (la mia città di residenza). Vorrei sapere, se a partire dal prossimo anno scolastico, settembre 2021, posso prendere servizio in un’altra provincia/regione, non essendo ancora di ruolo, oppure se esiste un vincolo di mobilità. Per chiarirmi, avrei necessità di spostarmi da settembre in un’altra regione (Toscana), e vorrei sapere come e se è possibile. Vi ringrazio molto per il supporto

La provincia scelta nel 2020 vale per due anni scolastici

Questo è stabilito nell’OM n. 60/2020 “La presente ordinanza disciplina, in prima applicazione e per il biennio relativo agli anni scolastici 2020/2021 e 2021/2022, la costituzione delle graduatorie provinciali per le supplenze e delle graduatorie di istituto su posto comune e di sostegno nonché l’attribuzione degli incarichi a tempo determinato del personale docente nelle istituzioni scolastiche statali, su posto comune e di sostegno, e del personale educativo, tenuto altresì conto di quanto previsto all’articolo 4, commi 6 e 8, della legge 3 maggio 1999, n. 124.”

Di conseguenza nell’anno scolastico 2021/22

  • non sarà possibile cambiare provincia
  • i punteggi non sono aggiornati
  • non sarà possibile modificare l’elenco delle scuole scelte per le graduatorie di istituto
  • non ci saranno nuovi aggiornamenti

L’unica operazione prevista è la costituzione dell’elenco aggiuntivo alle GPS per chi consegue il titolo di specializzazione/abilitazione entro il 21 luglio 2021. I dettagli dell’operazione

La domanda di messa a disposizione

Il Ministero ha derogato al divieto di invio della domanda di messa a disposizione al momento solo per l’anno scolastico 2020/21. Non sappiamo quali saranno le disposizioni per il prossimo anno scolastico.
In alternativa, se non più interessati alla provincia scelta, si dovrebbe optare per la rinuncia agli effetti derivanti dall’inserimento e procedere con la domanda di messa a disposizione.

Ma di questo si riparlerà solo a ridosso del nuovo anno scolastico.

GPS graduatorie supplenze, segreterie e Uffici Scolastici al lavoro sui punteggi. Tutte le FAQ e note su titoli di servizio e culturali [GUIDA]

Stampa

Dattilografia + ECDL: 1,60 punti per il personale ATA a soli 150€! Entro il 22/04…