Gps, Gissi (Cisl): anomalie, errori dati, solo qualche provincia ha pubblicato. È caos

WhatsApp
Telegram

“Ci riferiscono di docenti ai quali sono stati riconosciuti 15 anni di servizio su sostegno senza aver prestato mai nemmeno un giorno con i disabili – afferma la Cisl Scuola – e di professori che si ritrovano di ruolo su una  cattedra di francese, disciplina che non hanno mai studiato. E ancora una giovane di 22 anni si è ritrovata con 80 punti solo di titoli, sono troppi, dovrebbe avere 2 lauree, 3 dottorati non è possibile”.

“Anomalie del sistema, errori di dati insomma confusione su confusione. Le Gps non sono ancora state pubblicate se non in qualche provincia, – spiega Maddalena Gissi segretaria generale del sindacato – ma se in tutte le realtà territoriali ci saranno casi analoghi, la scuola sarà pervasa di ricorsi alla magistratura e di contenziosi che comprometteranno non solo l’avvio dell’anno scolastico ma tutte le attività didattiche”.

“I precari sono ancora una volta sottoposti alle angherie  schizofreniche di una burocrazia ministeriale che vuole apparire efficiente, – conclude Gissi – lasciando per strada diritti e procedure regolari che richiedono dei tempi adeguati, vista la complessità. Sembrerebbe una ricerca spasmodica del contenzioso. E poi siamo noi i sabotatori”.

GPS Graduatorie provinciali, ecco le province che hanno pubblicato gli elenchi. Info reclami e ricorsi

WhatsApp
Telegram

Concorso ordinario infanzia e primaria incontri Zoom di supporto al superamento della prova scritta. Affidati ad Eurosofia