GPS docenti, chi deve indicare il servizio. Quali sono utili: chiarimenti su alternativa, aspecifico, sostegno, religione

Stampa

Compilazione della domanda su Istanze online per l’attribuzione di nomine finalizzate al ruolo e all’attribuzione di incarichi fino al 31 agosto o 30 giugno 2022. Qualche chiarimento sul servizio.

Per quali classi di concorso ci saranno le assunzioni in ruolo da GPS

In via straordinaria per l’anno scolastico 2021/22 il Decreto Sostegni bis ha autorizzato le nomine un ruolo (supplenze finalizzate al ruolo) sui posti vacanti dalla fase ordinaria delle assunzioni.

E’ l’ufficio Scolastico a dire, tramite la pubblicazione delle disponibilità, in quali province e per quali classi di concorso saranno previste assunzioni.

Per esserci assunzioni, non devono essere rimasti docenti disponibili per quella classe di concorso nelle graduatorie di merito dei concorsi utilizzabili per il ruolo e nel contingente del 50% riservato alle GaE.

Per questo motivo il Ministero ha aperto la compilazione dell’istanza dal 10 al 21 agosto, chiedendo agli uffici Scolastici di rendere nota la disponibilità entro il 13 agosto.

I posti per la procedura finalizzata al ruolo sono esclusivamente posti al 31 agosto (e come tali indicati dagli Uffici Scolastici).

Si devono aggiornare i servizi?

Numerosi lettori chiedono se devono AGGIORNARE I SERVIZI, dichiarando il servizio svolto nell’anno scolastico 2020/21 (l’unico mancante per chi ha prodotto domanda entro il 6 agosto 2020).

La risposta è negativa: il docente che compila l’istanza per l’attribuzione di una supplenza al 31 agosto o 30 giugno 2022, in base ai posti disponibili nella propria provincia, partecipa con il punteggio delle GPS  ripubblicate per l’anno scolastico 2021/22 in seguito a eventuali rettifiche e convalide. Per tutti quindi il punteggio rimane fermo al 6 agosto 2020.

La procedura in atto su Istanze online NON E’ UN AGGIORNAMENTO, ma va intesa come una maxiconvocazione alla quale partecipano tutti i docenti inseriti in GaE, GPS prima fascia ed elenco aggiuntivo e seconda fascia GPS eventualmente interessati alle supplenze al 31 agosto o 30 giugno 2022. Supplenze: piattaforma aperta tutti i docenti di GaE e GPS. Non tutti saranno nominati ma conviene presentare domanda

Chi deve inserire i servizi

Gli unici docenti che devono inserire i servizi sono i docenti che devono compilare la sezione DICHIARAZIONE POSSESSO REQUISITI DL 73/2021 art. 59 comma 4 perché partecipano alla procedura anche per l’attribuzione di nomine finalizzate al ruolo da GPS su posto comune.

Ossia, deve compilare la sezione il docente che può vantare almeno tre anni di servizio su posto comune svolti dall’anno
scolastico 2010/2011 all’anno scolastico 2020/2021, anche non consecutivi, nella scuola statale per partecipare alle immissioni in ruolo straordinarie da GPS.

I servizi sono già caricati 

In realtà i servizi utili in questa sezione dovrebbero essere già caricati. Se non presenti, vanno inseriti.

L’inserimento dei Titoli di servizio è obbligatorio in tutti i casi in cui servano le tre annualità e queste, o parte di queste, non siano registrate sul Fascicolo del personale (ad es. potrebbe ancora non comparire il 2020/21).

N.B. Devono indicare puntualmente i servizi solo gli aspiranti che intendono partecipare per il posto comune e che con i servizi registrati sul fascicolo personale non raggiungono il requisito dei tre anni previsto dalla normativa. Si ricorda che la singola annualità deve essere di almeno 180 giorni. Qualora il servizio prestato non raggiunga i 180 giorni, ma ricada nelle condizioni di cui all’art. 11 comma 14 della legge 124/99 (dal 1 febbraio agli scrutini finali), l’aspirante deve indicare puntualmente il servizio al fine di poterlo caratterizzare come tale.

Quali sono i servizi utili

La normativa parla di tre anni svolti su posto comune

Un anno di servizio svolto su alternativa a religione cattolica può essere considerato per arrivare ai 3 anni? La risposta al quesito arriva dal sindacalista Varengo (CISL Scuola) durante uno dei webinar con i quali Orizzonte Scuola sta seguendo la compilazione della domanda: al risposta è affermativa in quanto si tratta di un servizio svolto su posto comune, anche se un chiarimento del Ministero sarebbe augurabile.

Il servizio può essere aspecifico, cioè riferito ad altre classi di concorso, anche di altri gradi, purché sia svolto su posto comune.

Servizio svolto su posto di religione: su questa valutazione c’è attendismo, anche se si teme non possa essere fatto valere. Non sono ancora arrivati i chiarimenti richiesti al Ministero.

Non è invece utilizzabile il servizio svolto su sostegno, in quanto il Decreto parla di servizio svolto su “posto comune” nelle scuole statali.

Question time: le risposte ai quesiti più frequenti posti dai nostri lettori

Rivedi la puntata di giovedì 12 agosto con il sindacalista Attilio Varengo (Cisl Scuola)

Stampa

Didattica inclusiva attraverso alcune figure del mito greco. Corso online riconosciuto dal Ministero dell’istruzione