Governo Meloni, martedì e mercoledì fiducia in Parlamento, entro il 4 novembre i sottosegretari, manovra entro il 10 novembre

WhatsApp
Telegram

Chiusa la partita del governo, per il premier Meloni c’è da affrontare la prova del Parlamento per il voto di fiducia. Si inizia domani, martedì 25 ottobre, alla Camera, mentre mercoledì 26 ottobre, sarà, invece, la volta del Senato.

Contemporaneamente la macchina parlamentare inizia a carburare. La Commissione Speciale costituita per l’esame dei provvedimenti, prima che vengano istituite le Commissioni permanenti, comincerà a lavorare sul decreto legge Aiuti Ter il cui approdo in Aula è previsto per il 7 novembre.

Dal 27 ottobre, invece, si costituiranno le Commissioni permanenti. Nella settimana che parte il 7 novembre i presidenti di Camera e Senato potrebbero convocarle perché eleggano i rispettivi presidenti.

Sulla manovra, invece, il governo dovrà prima chiedere al Parlamento l’autorizzazione a utilizzare i 10 miliardi di ‘tesoretto’ sul 2022 per prorogare fino a fine anno quella parte di aiuti sulle bollette in scadenza a novembre (con il varo successivo di un decreto ad hoc che potrebbe diventare emendamento al decreto aiuti ter). Poi ci saranno da integrare la Nadef e il Dpb con il quadro programmatico. A quel punto dovrà essere presentata la legge di Bilancio, che va approvata definitivamente dal Parlamento entro il 31 dicembre.

C’è attesa anche per definire i vice-ministri e i sottosegretari. Spuntano tre nomi. Il primo nome è quello di Paola Frassinetti, responsabile Istruzione di Fratelli d’Italia, il secondo è quello di Mauro D’Attis (in alternativa c’è quello di Valentina Aprea) per Forza Italia e, infine, per la Lega, potrebbe tornare in corsa Mario Pittoni, responsabile Scuola del partito guidato da Matteo Salvini. In gioco per una riconferma anche Rossano Sasso, già reduce da un’esperienza come sottosegretario all’Istruzione nel governo Draghi.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur