Governo Meloni, dopo la Camera anche il Senato: via libera definitivo all’esecutivo

WhatsApp
Telegram

Via libera definitivo del Parlamento al governo Meloni: dopo la Camera ottiene la fiducia anche dal Senato. L’assemblea di Palazzo Madama approva la fiducia con 115 voti favorevoli, 79 contrari e 5 astenuti.

La maggioranza di centrodestra al Senato può contare sulla carta su 116 voti, che in realtà scendono a 115 in quanto va escluso il presidente Ignazio La Russa, che non vota. Tutti presenti oggi per un centrodestra compatto al voto di fiducia.

I 5 astenuti sono stati i due senatori a vita, Mario Monti e Elena Cattaneo (gli altri senatori a vita erano assenti, oltre a Giorgio Napolitano, Liliana Segre, Carlo Rubbia e Renzo Piano). Astenuti anche Dafne Musolino, Juliane Unterberger e Meinhard Durnwalder.

No al governo invece a ranghi pressoché compatti dall’opposizione, con due assenti.

CAMERA

Deputati 400
Presenti 394
Assenti 6
Votanti 389
Astenuti 5
Sì 235
No 154

SENATO

Senatori 206
Assenti 6
Presenti non votanti 1
Astenuti 5
Sì 115
No 79

“Anche il Senato ha votato fiducia al Governo. Abbiamo presentato in campagna elettorale un programma chiaro e dettagliato. Manterremo gli impegni: il vincolo tra rappresentante e rappresentato è l’essenza della democrazia. Subito al lavoro per rispondere alle urgenze dell’Italia”. Lo scrive su Twitter la premier Giorgia Meloni, dopo il voto di fiducia del Senato.

Le dichiarazioni programmatiche al Senato

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur