Governo Lega-M5S: istruzione ai cinquestellati. La proposta di Matteo Salvini, centrale riforma della scuola. Ecco il programma

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Ieri, il leader della Lega Matteo Salvini ha fornito, durante una intervista su “rete 105”,  una ipotesi di divisione dei Ministeri in caso di accordo per la formazione del nuovo governo in alleanza con il Movimento 5 Stelle.

Secondo quanto riporta l’agenzia Reuters che ha dato informazioni sull’intervista, la Lega recriminerebbe tra i Ministeri di un ipotetico nuovo Governo che li vedrebbe protagonisti: “Il ministero dell’Interno per la gestione della sicurezza e dell’immigrazione, il Bilancio o Tesoro per la riduzione delle tasse, l’Agricoltura e la Pesca per difendere il nostro modo di vivere e il ministero della Disabilità che mi ripropongo di istituire

Matteo Salvini ha anche affermato che sono centrali anche la “riforma della giustizia e quella della scuola“. Non elenca tra i dicasteri richiesti, però, il Ministero dell’istruzione, lasciando intuire che ministero e riforma sarebbero consegnati al Movimento 5 Stelle.

Tra le priorità che il Movimento 5 Stelle ha avanzato per la riforma della scuola ricordiamo:

la cancellazione della riforma “Buona Scuola”, che li accomuna al programma della Lega

  • abolizione della chiamata diretta, che ritroviamo anche nel programma della Lega
  • riduzione a 22 alunni per classe
  • ripristino delle compresenze
  • abolizione obbligo alternanza scuola-lavoro
  • aumento fondo d’istituto
  • riassorbimento organico di potenziamento in quello di diritto
  • ripristino modalità di reclutamento precedenti fino a esaurimento GaE e GM 2016
  • riduzione tirocinio FIT a 2 anni
  • abolizione finanziamenti scuole private

Tutto il programma

Pittoni, Lega: al momento solo un leader parla di scuola ed è Salvini

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
voglioinsegnare