Governo Lega – M5S: ecco versione finale contratto. I punti per la scuola

di redazione
ipsef

item-thumbnail

E’ stata diffusa da pochi minuti la versione, finale del contratto, ossia il programma di Governo che definirà se potrà esserci un esecutivo targato M5S – Lega.

Nel corso della giornata di oggi il programma sarà votato tramite la piattaforma Rousseau mentre la Lega dovrebbe allestire dei gazebo in tutta Italia per permettere ai suoi militanti di esprimere il giudizio durante il weekend.

Leggi il testo definitivo del programma

Nel capitolo scuola

  • intervento sul fenomeno delle cd. “classi pollaio”, dell’edilizia scolastica, delle graduatorie e titoli per l’insegnamento.
  • Particolare attenzione dovrà essere posta alla questione dei diplomati magistrali e, in generale, al problema del precariato nella scuola dell’infanzia e nella primaria
  • fase transitoria per una revisione del sistema di reclutamento dei docenti
  • superare chiamata diretta
  • stesso insegnante per gli alunni con disabilità per l’intero ciclo
  • formazione continua per i docenti
  • rivedere alternanza scuola lavoro

Altri interventi inseriti in altri capitoli

  • inserimento del laureato in scienze motorie nell’organico di ruolo della scuola primaria. Allo stesso modo occorre sostenere l’educazione fisica nella scuola primaria.
  • trasformazione degli Istituti Alberghieri Statali verso la forma dei college specialistici (sul modello svizzero e francese).

Pensioni: stop legge Fornero

  • in pensione quando la somma dell’età e degli anni di contributi del lavoratore è almeno pari a 100
  • proroga “opzione donna” che permette alle lavoratrici con 57-58 anni e 35 anni di contributi di andare in quiescenza subito, optando in toto per il regime contributivo.

Famiglia: 

  • innalzamento dell’indennità di maternità
  • rimborsi per asili nido e baby sitter, fiscalità di vantaggio, tra cui “IVA a zero” per prodotti neonatali e per l’infanzia

Pensione di cittadinanza

  • L’ammontare è fissato in 780,00 Euro mensili per persona singol

Vaccini

  • Pur con l’obiettivo di tutelare la salute individuale e collettiva, garantendo
    le necessarie coperture vaccinali, va affrontata la tematica del giusto equilibrio tra il diritto all’istruzione e il diritto alla salute, tutelando
    i bambini in età prescolare e scolare che potrebbero essere a
    rischio di esclusione sociale.

Bullismo e Cybebullismo

  • prevedere sanzioni amministrative nei regolamenti scolastici; numero verde unico nazionale; premialità per gli studenti che denunciano episodi di bullismo (borse di studio); videocamere nelle scuole.

Gioco d’azzardo

  • l’aumento della distanza minima dai luoghi sensibili (come scuole e centri di aggregazione giovanile)

Ministero disabilità

  • potenziamento dei docenti di sostegno e su  una reale loro specializzazione al fine di garantire una vera inclusione scolastica ai ai ragazzi con necessità particolari.

Il personale docente e non docente che opera all’interno della scuola dovrà seguire percorsi specifici che – è questo il succo del discorso – dovranno essere individuati ai fini di favorire il miglior inserimento.

“E’ necessario un intervento culturale di contrasto ai pregiudizi sulle disabilità, assicurando che nel percorso didattico vi siano dei momenti di ascolto / incontro con la disabilità anche con il coinvolgimento delle associazioni dei disabili“.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione