Governo Draghi, UPI: “Messa in sicurezza e modernizzazione delle scuole fra le priorità”

Stampa

Il Presidente dell’UPI Michele de Pascale si dice collaborativo con il nuovo Governo Draghi e con i ministri, dettando le priorità, fra cui quella delle scuole.

Completata la squadra di Governo del Presidente Draghi, come UPI siamo pronti a dare piena collaborazione al nuovo esecutivo, che nasce col concerto di tutti, nel percorso indicato dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Per quanto riguarda le Province, considerato che le nostre priorità restano una  grande opera di messa in sicurezza e modernizzazione delle scuole superiori e di manutenzione straordinaria di strade e ponti provinciali, sottolineiamo la soddisfazione per gli incarichi assegnati ai Ministri Bianchi all’istruzione e Giovannini alle infrastrutture. La loro profonda conoscenza non solo delle materie, ma del Paese, delle comunità e dei territori, è per noi una garanzia che si possa avviare da subito un confronto costruttivo, a partire dalle straordinarie opportunità che possono arrivare dal Recovery Plan per gli investimenti in questi settori“. Lo dichiara il Presidente dell’UPI Michele de Pascale.

È importante poi la conferma della Ministra Lamorgese agli interni, con cui in questi mesi abbiamo fatto grandi passi in avanti rispetto all’opera di ridefinizione della Carta delle Autonomie locali, per restituire certezza a Province e Comuni dal punto di vista istituzionale. Un lavoro che potremo ora portare a termine entro la fine della legislatura. Così come sarà piena la nostra collaborazione con il Ministro Brunetta, che avrà la missione strategica di riformare la PA e di valorizzarne le risorse umane, e la Ministra Gelmini, con cui lavoreremo fianco a fianco in tutte le sedi di confronto tra Governo, Regioni, Province e Comuni, a partire dalla concertazione sugli interventi per il contrasto al Covid e la ripresa economica, che in questi mesi è stata essenziale”, prosegue de Pascale.

Al presidente Draghi e a tutti i Ministri e le Ministre – conclude de Pascale – confermiamo l’impegno pieno delle Province a contribuire, quali istituzioni della Repubblica al servizio delle comunità e dei territori, a far uscire presto l’Italia dalla crisi sanitaria, economica e sociale e a restituire ai cittadini fiducia e sicurezza“.

Stampa

Graduatorie terza fascia ATA: incrementa il punteggio con le offerte Mnemosine, Ente accreditato Miur