Governo Draghi, c’è la fiducia del Senato con 262 voti favorevoli

Stampa

Tra sanificazioni varie, il grandissimo spazio dato alla discussione generale, la replica prevista per le 21 e le successive dichiarazioni di voto, il governo Draghi “di emergenza” e nato “in spirito repubblicano” ha avuto il via libera dal Senato solo dopo le 23.

Con 262 voti favorevoli, 40 contrari e due astensioni, l’Assemblea di Palazzo Madama, mercoledì 17 febbraio, ha approvato la mozione di fiducia al Governo, ascoltate le dichiarazioni programmatiche del Presidente del Consiglio, Mario Draghi.

Nel Movimento hanno votato sì in 69 su 92, tra cui si contano 15 contrari, due assenti giustificati e altri 6 che non hanno partecipato al voto. Tra i “dissidenti” pentastellati non è esclusa l’ipotesi di una scissione. Intanto ieri è arrivato l’ok di Rousseau per la nuova governance a 5 membri.

Stampa

Sogni d’insegnare all’estero? Scegli come requisito d’accesso alle prove il corso di interculturalità di Eurosofia