Governo, dato incarico a Conte: Bussetti sarà Ministro dell’Istruzione. Vediamo chi è, il programma

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Governo tra Salvini e Di Maio si farà, il Presidente della Repubblica ha dato l’incarico a Giuseppe Conte e ha presentato al capo dello Stato la lista dei ministri.. Ecco la lista dei Ministri. Domani giuramento ore 15, alla vigilia della festa della Repubblica.

Presidente del Consiglio – Giuseppe Conte
Vicepresidente del Consiglio e Ministro del Lavoro – Luigi Di Maio
Vicepresidente del Consiglio e Ministro dell’Interno – Matteo Salvini
Rapporti con il Parlamento e democrazia diretta – Riccardo Fraccaro
Pubblica Amministrazione – Giulia Bongiorno
Affari Regionali e Autonomie – Erica Stefani
Ministro per il Sud – Barbara Lezzi
Ministro per la disabilità – Lorenzo Fontana
Ministro affari esteri – Moavero Milanesi
Ministro della Giustizia – Alfonso Bonafede
Ministro della Difesa – Elisabetta Trenta
Ministro dell’Economia – Giovanni Tria
Ministro delle politiche agricole – Gianmarco Centinaio
Ministro Infrastrutture – Danilo
Ministro dell’Istruzione – Marco Bussetti
Ministro dei Beni Culturali e Turismo – Alberto Bonisolidi
Ministro della Salute – Giulia Grillo
Ministro delle Politiche comunitarie – Paolo Savona
Ministro dell’Ambiente – Sergio Costa
Sottosegretario Presidente del Consiglio – Giancarlo Giorgetti, che ha prodotto questi nomi: all’Economia il professor Giovanni Tria , presidente della Scuola nazionale dell’amministrazione e professore ordinario di economia politica all’università di Tor Vergata; agli Esteri Moavero Milanesi; per l’economista Paolo Savona il dicastero delle Politiche comunitarie.

Ministro dell’istruzione sarà Marco Bussetti, chi è

Dirigente dell’USR Lombardia, è stato dirigente presso il comprensivo Corbetta. Laureato in scienze e tecniche delle attività motorie con 110 e lode.

Ha insegnato legislazione scolastica presso l’Università Cattolica di Milano e di Pavia.

Milanese, varesotto d’adozione, ha 56 anni. Insegnante di educazione fisica, è dirigente dell’ufficio scolastico regionale della Lombardia. E’ stato docente all’università di Milano e a quella dell’Insubria, oltre ad essere stato allenatore di diverse squadre di basket della Lombardia. Simpatizzante leghista, sul profilo facebook si vedono numerose foto in cui si trova in compagnia di Salvini. Viene considerato un fedelissimo di Giorgetti.

Ecco il programma della maggioranza frutto dell’accordo tra Lega e M5S

Nel capitolo scuola

  • intervento sul fenomeno delle cd. “classi pollaio”, dell’edilizia scolastica, delle graduatorie e titoli per l’insegnamento.
  • Particolare attenzione dovrà essere posta alla questione dei diplomati magistrali e, in generale, al problema del precariato nella scuola dell’infanzia e nella primaria
  • fase transitoria per una revisione del sistema di reclutamento dei docenti
  • superare chiamata diretta
  • stesso insegnante per gli alunni con disabilità per l’intero ciclo
  • formazione continua per i docenti
  • rivedere alternanza scuola lavoro

Altri interventi inseriti in altri capitoli

  • inserimento del laureato in scienze motorie nell’organico di ruolo della scuolaprimaria. Allo stesso modo occorre sostenere l’educazione fisica nella scuola primaria.
  • trasformazione degli Istituti Alberghieri Statali verso la forma dei college specialistici (sul modello svizzero e francese).

Pensioni: stop legge Fornero

  • in pensione quando la somma dell’età e degli anni di contributi del lavoratore è almeno pari a 100
  • proroga “opzione donna” che permette alle lavoratrici con 57-58 anni e 35 anni di contributi di andare in quiescenza subito, optando in toto per il regime contributivo.

Famiglia:

  • innalzamento dell’indennità di maternità
  • rimborsi per asili nido e baby sitter, fiscalità di vantaggio, tra cui “IVA a zero” per prodotti neonatali e per l’infanzia

Pensione di cittadinanza

  • L’ammontare è fissato in 780,00 Euro mensili per persona singol

Vaccini

  • Pur con l’obiettivo di tutelare la salute individuale e collettiva, garantendo
    le necessarie coperture vaccinali, va affrontata la tematica del giusto equilibrio tra il diritto all’istruzione e il diritto alla salute, tutelando
    i bambini in età prescolare e scolare che potrebbero essere a
    rischio di esclusione sociale.

Bullismo e Cybebullismo

  • prevedere sanzioni amministrative nei regolamenti scolastici; numero verde unico nazionale; premialità per gli studenti che denunciano episodi di bullismo (borse di studio); videocamere nelle scuole.

Gioco d’azzardo

  • l’aumento della distanza minima dai luoghi sensibili (come scuole e centri di aggregazione giovanile)

Ministero disabilità

  • potenziamento dei docenti di sostegno e su  una reale loro specializzazione al fine di garantire una vera inclusione scolastica ai ai ragazzi con necessità particolari.

Il personale docente e non docente che opera all’interno della scuola dovrà seguire percorsi specifici che – è questo il succo del discorso – dovranno essere individuati ai fini di favorire il miglior inserimento.

“E’ necessario un intervento culturale di contrasto ai pregiudizi sulle disabilità, assicurando che nel percorso didattico vi siano dei momenti di ascolto / incontro con la disabilità anche con il coinvolgimento delle associazioni dei disabili“.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione