Governo Conte, M5S: ottimo segnale l’impegno nel campo dell’istruzione e della formazione

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Comunicato M5S – “Il nuovo Governo presieduto da Giuseppe Conte nasce all’insegna di principi e con modalità di lavoro che ripristinano, finalmente, la giusta e necessaria cultura della democrazia, che si sostanzia nel rispetto delle istituzioni e non in una condizione di campagna elettorale permanente.

È essenziale quindi che il Parlamento torni ad essere centrale nella definizione delle politiche del Paese e che, conseguentemente, si assista a una riduzione della decretazione d’emergenza”. Lo dichiara Paolo Lattanzio, capogruppo del MoVimento 5 Stelle in commissione Cultura alla Camera.

“Il Paese ha urgenza di una visione ampia e di lungo termine soprattutto sul piano culturale. Una visione che sappia valorizzare, tutelare e promuovere il nostro patrimonio, a partire dai piccoli musei e inglobando nello sviluppo le periferie, sia geografiche che tematiche. L’arte, la cultura e l’istruzione devono tornare ad essere non solo asset strategici dell’Italia, ma il tratto unificante della cultura nazionale, senza mai perdere di vista le specificità locali”, sottolinea Lattanzio.

“Le parole del Presidente Conte sulla libertà di stampa sono il segno evidente della bontà della strada che si intende intraprendere, e che dovrà necessariamente passare anche dalla creazione di percorsi di media education per un uso critico dei mezzi di comunicazione. Così come è un ottimo segnale l’impegno nel campo dell’istruzione e della formazione, a partire dall’accessibilità agli asili nido per tutti. In commissione Cultura”, prosegue il portavoce, “siamo pronti a lavorare sulla base delle linee guida illustrate oggi dal Presidente Conte: tra gli obiettivi c’è anche il miglioramento del mondo della ricerca e dell’università, per cui il neo ministro Lorenzo Fioramonti sta già gettando le giuste basi”, conclude il capogruppo del MoVimento 5 Stelle.

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione