Governatore Piemonte sulla scuola in ospedale: è una nostra eccellenza

Stampa

“Questo è un grande fiore all’occhiello del Piemonte. Siamo qui perché, come Regione, vogliamo favorire questo progetto e fare in modo che abbia strutture adeguate”.

Ha commentato così il governatore Alberto Cirio che, insieme agli assessori all’Istruzione e ai Bambini, ha visitato l’ospedale infantile Regina Margherita per l’avvio dell’anno scolastico ospedaliero, progetto portato avanti con il polo ‘Amedeo Peyron’.

“La scuola in ospedale è un progetto ministeriale – ricorda – ma possiamo favorirlo con strutture e spazi adeguati.
Verificheremo se nel progetto del Parco della Salute e dell’ospedale di Alba sono previsti. Il Piemonte è all’avanguardia e lo sarà ancora di più se ci riconosceranno l’autonomia che stiamo chiedendo, che significa incidere nei curriculum dei nostri ragazzi. Ringrazio il personale impegnato – conclude -, perché sono le persone che fanno la differenza e noi abbiamo una scuola e una sanità di eccellenza perché in Piemonte abbiamo donne e uomini eccellenti.

Lezioni in ospedale o a casa per gli studenti che devono assentarsi per lunghi periodi a causa di gravi problemi di salute: è una rivoluzione quella in arrivo per la scuola.

Per le nuove linee di indirizzo nazionali del Miur, ogni istituto è tenuto a occuparsi della formazione e dell’istruzione degli alunni quando le assenze per malattia superano i 30 giorni.

Su questo tema  a Torino è stato organizzato un convegno dal polo ‘Amedeo Peyron’, capofila della Rete nazionale per la scuola in ospedale e l’istruzione domiciliare.

In Piemonte, grazie al piano di formazione della Direzione generale per lo studente del Miur sostenuto dalla Rete nazionale delle scuole Polo regionali e dagli Usr, si promuove la formazione degli insegnanti ospedalieri e domiciliari.

Anche la Regione mira a garantire interventi di istruzione ai giovani pazienti ricoverati negli ospedali piemontesi oltre che all’ospedale infantile Regina Margherita di Torino, capofila ed esempio di eccellenza in questo campo.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur