“Go and learn+” un progetto della regione Lombardia di alternanza scuola-lavoro con Erasmus+

di redazione
ipsef

item-thumbnail

“In questi ultimi anni, i due sistemi ‘scolastico’ e ‘formativo’ hanno fatto progressi enormi per avvicinare i giovani al lavoro. Il nostro sistema di formazione professionale ci ha seguito con il sistema duale e mentre la scuola lombarda si rafforzava nell’alternanza scuola lavoro con raccordi sempre piu’ costanti finalizzati all’acquisizione di nuove competenze e abilita’, l’istruzione e formazione professionale lombarda si rafforzava sull’avviamento ai mestieri”.

E’ il bilancio dell’attivita’ svolta da Regione Lombardia da parte dell’assessore regionale all’Istruzione, Formazione e Lavoro nel suo intervento al convegno finale del progetto ‘Go&learn Plus’ ospitato presso la sede di Assolombarda a Milano.

CONCLUSIONE PROGETTO ‘GO AND LEARN+’ – All’iniziativa, giunta alla terza edizione, hanno partecipato Ecole e Assolombarda Confindustria nell’ambito del programma ‘Erasmus Plus’. Tra le attivita’ previste, anche la realizzazione di un catalogo di visite aziendali aperte a delegazioni di visitatori italiani e stranieri.

DA QUEST’ANNO ANCHE LOMBARDIA PROTAGONISTA – “‘Go&Learn+’ e’ un progetto di respiro internazionale – ha sottolineato l’assessore regionale – e da quest’anno vede coinvolte anche Lombardia, Piemonte e Veneto oltre a Friuli Venezia Giulia, Marche, Umbria ed Emilia Romagna, gia’ presenti nelle passate edizioni, insieme a numerosi Paesi europei quali Spagna, Malta, Francia, Belgio, Germania, Polonia, Turchia, Slovenia”.

RUOLO FORMATIVO DELLE IMPRESE – Obiettivo principale del progetto e’ stata la valorizzazione del ruolo formativo delle imprese: aprendo le porte delle proprie sedi e stabilimenti ed incontrando studenti, imprenditori e cittadini dell’Unione Europea, le aziende hanno promosso e fatto conoscere i propri brand, le buone prassi, le eccellenze di prodotto o processo attraverso specifici approfondimenti tematici

VISITE AZIENDALI INSERITE IN ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO – In Lombardia le visite aziendali sono state inserite tra le attivita’ di Alternanza Scuola Lavoro coinvolgendo molti istituti scolastici e della formazione professionale.

ABILITA’ E COMPETENZE REQUISITI VINCENTI – “Prima la scuola si concentrava sulle conoscenze – ha concluso l’assessore regionale – oggi dobbiamo insistere su abilita’ e competenze, le cosiddette ‘soft skills’. Il contesto di apprendimento ‘on the job’ aiuta i nostri ragazzi ed e’ la base della formazione continua. La rivoluzione tecnologica introdotta dal ‘digitale’ ha cambiato la produzione e il nostro modo di vivere con ‘Internet of Things’, quindi la scuola basata solo sulle conoscenze, in base alla visione del secolo scorso non solo e’ insufficiente a dare garanzie per l’inserimento lavorativo ma non e’ efficace e utile per la formazione dei nuovi lavoratori”.

Versione stampabile
anief
soloformazione