Insegnante finalista al Teacher Prize: niente insufficienze e niente libri di testo

Stampa

Giuseppe Paschetto è l’unico italiano tra i 50 in corsa per il Global Teacher Prize, che seleziona il miglior insegnante.

In un’intervista al Corriere il docente parla anche di didattica:”Recupero tutti, nessuno escluso. E visto che i numerini in pagella bisogna metterli, alla fine faccio un mix, la mia valutazione, più quella dei compagni: una sintesi condivisa“.

Ho rinunciato da anni ai libri di testo, propongo (o sono i ragazzi a proporre) esperienze che partono da una domanda e arrivano a una sintesi attraverso il metodo deduttivo“, spiega il professore.

E ancora: “Cerco sempre di coinvolgere i ragazzi e stimolarne la creatività“. Nella sua classe, racconta, non ci sono furti e non si usano cellulari, alla fine della lezione si pulisce anche l’aula.

Insegnante di Biella tra i 50 finalisti del Global Teacher Prize: ecco cosa fa

Stampa

Eurosofia. Acquisisci punteggio in tempi rapidi per l’aggiornamento Ata: corso di dattilografia a soli 99 euro. Iscriviti ora