Gli studenti italiani sono più interessati alle questioni politiche e sociali rispetto alla media internazionale. DATI ICCS 2022

WhatsApp
Telegram

L’Italia ha segnato la sua presenza, nel 2022, nel terzo ciclo dell’International Civic and Citizenship Education Study (ICCS), un’iniziativa di rilievo internazionale promossa dalla IEA (International Association for the Evaluation of Educational Achievement).

Lo studio ha esplorato temi di grande rilevanza come la cittadinanza globale, lo sviluppo sostenibile, le migrazioni, l’evoluzione dei sistemi politici e l’uso delle tecnologie digitali nell’impegno civico, mirando a monitorare i cambiamenti nel tempo attraverso indicatori uniformi.

Una novità importante di ICCS 2022 è stata l’adozione dell’opzione di somministrazione online, scelta da circa due terzi dei paesi, Italia inclusa. Tale approccio ha permesso l’inclusione di prove specifiche per l’ambiente digitale, migliorando la valutazione delle conoscenze e della comprensione civica degli studenti.

Oltre alle prove cognitive, sono stati sviluppati strumenti per valutare il background degli studenti, i contesti scolastici, le conoscenze civiche, gli atteggiamenti, l’impegno e per raccogliere dati contestuali da insegnanti, scuole ed esperti.

Gli 11 paesi che hanno optato per la somministrazione via computer, Italia compresa, hanno anche somministrato prove in formato cartaceo per un ulteriore campione di studenti, nell’ambito dello studio “ponte”, per indagare l’eventuale effetto della modalità di somministrazione. In Italia, hanno partecipato 226 scuole (154 digitali e 72 cartacee), 4347 studenti (2945 digitali e 1402 cartacei) e 2121 insegnanti (solo digitale).

I risultati più importanti

  • In Italia, la percentuale di studenti interessati alle questioni politiche e sociali è superiore alla media internazionale.
  • La famiglia gioca un ruolo importante nella formazione dell’interesse civico degli studenti.
  • Gli studenti italiani si sentono più capaci di esercitare la cittadinanza rispetto ai coetanei internazionali e rispetto al passato.
  • Il background socioeconomico e culturale, il livello di conoscenza civica e l’interesse per le questioni politiche e sociali influenzano la partecipazione degli studenti a discussioni fuori dalla scuola.
  • A livello internazionale e nazionale, gli studenti tendono più a votare i propri rappresentanti di classe piuttosto che a candidarsi.
  • A livello internazionale, prevale la partecipazione ad associazioni di volontariato (ICCS: 37%, Italia: 28%).
  • In Italia, è più comune la partecipazione a gruppi o organizzazioni di ispirazione religiosa (ICCS: 33%, Italia: 43%).
  • Gli studenti italiani mostrano una maggiore propensione rispetto alla media internazionale a intraprendere future attività a protezione dell’ambiente.

SEGUI LA DIRETTA

RAPPORTO [PDF]

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri