Gli studenti: “Docenti come le forze armate, per superare concorso è necessario test psico-attitudinale”

WhatsApp
Telegram

Un docente di un liceo di Roma avrebbe imposto a una studentessa di origine iraniane il taglio di una ciocca di capelli, esortandola a esprimere solidarietà alle donne iraniane, che in questi giorni protestano dopo la morte di Mahsa Amini.

Il professore rischia una sanzione disciplinare. A quanto apprende l’Adnkronos, la scuola avrebbe avviato un procedimento disciplinare nei confronti del docente coinvolto nel caso, mentre l’Ufficio scolastico regionale segue la vicenda.

Azione Studentesca: “Servono i test psico-attitudinali per diventare docenti”

“Al di là dell’ovvia problematica della sorveglianza interna, gli abusi compiuti dai docenti sono causati soprattutto dall’inadeguatezza psicologica dei professori al ruolo di insegnante. Troppa gente è riuscita ad entrare nella scuola senza la capacità né la volontà di relazionarsi con noi ragazzi e di diventare una guida per noi, inadatta a gestire una classe e spesso sfogando le sue frustrazioni su di noi”. È quanto si legge in un volantino scritto da ‘Azione Studentesca Roma-Nucleo da Vinci’ in merito al gesto del professore.

“Noi pretendiamo – si legge – che per superare il concorso da insegnante per le scuole di ogni ordine e grado sia necessario sostenere un test psicoattitudinale (sul modello di quello già richiesto ad esempio per le forze armate) che certifichi la capacità dell’aspirante professore di relazionarsi in maniera sana con gli studenti e di essere in grado di gestire una classe”.

Leggi anche

Docente taglia ciocca a studentessa di origini iraniane, le reazioni: “gesto arbitrario”, rispettare “indipendenza di pensiero”

WhatsApp
Telegram

TFA SOSTEGNO VIII CICLO: Scegli il corso di preparazione di Eurosofia a cura del Prof. Ciracì e dell’Avv. Walter Miceli che prepara a tutte le prove