Gli idonei TFA Sostegno al CRUI: sostenete il diritto alla formazione dei docenti valutati idonei dalle vostre università

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Comunicato GISS Italia Idonei TFA sostegno (Gruppo Idonei Specializzazione Sostegno Italia – Idonei Tirocinio Formativo Attivo sostegno) – Chiediamo sostegno al CRUI (Conferenza dei Rettori delle Università Italiane), quindi ai Rettori di quelle università che ci hanno considerato IDONEI alla formazione per le attività di sostegno didattico; di persone che hanno le qualità necessarie per compiere questa funzione o lavoro, o i requisiti prescritti.

Chiediamo ai Rettori un’azione coerente con le valutazioni date dalle università che presiedono, le quali, dopo tre dure prove (preselettiva, scritto ed orale) ci hanno considerato idonei a svolgere un corso di formazione che però non possiamo svolgere per carenza dei posti messi a bando.

Si tratta di un corso di specializzazione al sostegno didattico. Gli insegnati di sostegno, come apprendiamo anche oggi dai telegiornali e giornali nazionali, sono in numero nettamente inferiore alle necessità della scuola. Si stimano per settembre circa 60.000 cattedre date in supplenza; oltre il 40% non saranno coperte da personale specializzato.

Quest’anno, la straordinarietà della carenza di docenti potrebbe determinare l’ingresso in aula di docenti non ancora specializzati, soprattutto sul sostegno.

A settembre gli alunni con disabilità potrebbero vedere assegnati alle loro classi docenti privi non solo della dovuta formazione specialistica sul sostegno, ma addirittura della laurea. Questa situazione non garantisce quel diritto all’educazione e alla cultura ribadito anche nel recente “Manifesto per le Università” e firmato da mons. Stefano Russo, Segretario Generale della CEI, e da Gaetano Manfredi, Presidente della CRUI. Soprattutto questa situazione non garantisce gli standard minimi d’inclusione che la scuola dovrebbe perseguire.

A fronte di tutto ciò resta incerta la nostra situazione di IDONEI al IV ciclo TFA sostegno, il nostro numero dovrebbe essere stimato di poco superiore alle 7.000 unità (i dati sono in continua evoluzione) e potremmo apportare una vera boccata di ossigeno al sistema scolastico. Siamo docenti selezionati dalle università italiane con dure prove selettive, risultando infine idonei; potremmo essere formati in tempi brevi se il MIUR e gli atenei indicassero le modalità tecniche per la nostra formazione.

Speriamo che il CRUI voglia sostenere la nostra richiesta, mostrando coerenza con le valutazioni degli atenei italiani che ci hanno selezionato, come già fatto con il MIUR suggeriamo tre possibilità per la risoluzione della vexata quaestio:

Possibilità di inserire gli idonei, di diritto, immediatamente, ampliando il numero dei docenti nei vari corsi, che si stanno svolgendo o stanno per iniziare, nei diversi atenei d’Italia, fino ad assorbirli tutti;

Prevedere un corso di specializzazione riservato agli idonei con avvio entro la fine del 2019, per inserirli tutti di diritto in questo;

L’inserimento di diritto nel V ciclo TFA sostegno, quindi l’accantonamento di tutti i posti riservati agli idonei che già hanno superato le prove selettive e possono accedere direttamente al corso. Anche in questo caso riteniamo che il corso debba essere bandito entro la fine del 2019.

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione