Gli effetti del lockdown su bimbi e adolescenti: in aumento sintomi ossessivo-compulsivi

Stampa

Una ricerca dell’Irccs Fondazione Stella Maris e dei medici dell’Università di Pisa certifica gli effetti che il lockdown della scorsa primavera ha avuto su bimbi e adolescenti.

Sono aumentate le sintomatologie ansiose e somatiche nei più piccoli, con un’età tra 18 mesi e 5 anni, mentre tra i bambini tra i 6 e i 18 anni sono aumentati i sintomi ossessivo-compulsivi, di stress post-traumatico e di sintomi di alterazione del pensiero.

Lo studio ha mostrato una maggiore resilienza nei bambini più piccoli: l’età minore è risultata un fattore ‘protettivo’ nella popolazione dei bambini prescolari, mentre la comparsa di problematiche economiche familiari è risultato essere un fattore di rischio rispetto all’aumento di sintomi psicopatologici tra chi ha tra 6 e 18 anni.

Stampa

Concorso STEM Orale e TFA Sostegno? Preparati con CFIScuola