Gli “effetti collaterali” del teatro a scuola l’open day on line dell’ I.C. “G. Falcone” di Rende-Quattromiglia a.s. 2023-2024

WhatsApp
Telegram

21 gennaio 2023 – L’I.C. “G. Falcone” di Rende-Quattromiglia è un istituto che vanta oltre cinquant’anni di storia ed è stato attraversato da intere generazioni di giovani rendesi, e non solo, che potrebbero raccontare tanto della loro esperienza personale e riferirci numerosi ricordi dei momenti della loro crescita in classe, ma anche delle attività di drammatizzazione svolte negli atri stessi della scuola, nei suoi spazi esterni, nelle piazze della città e nei teatri veri e propri.

Nell’open day on line del 21 gennaio 2023, il Dirigente Antonio Iaconianni, ha incontrato i genitori dei tre ordini della scuola e ha esordito proprio con una riflessione sull’importanza delle attività teatrali: il teatro e la sua funzione, ha detto, dovrebbero costantemente entrare nella classi e far dialogare le materie scolastiche per accrescere le potenzialità di preparazione umana e culturale di ogni nostro alunno. Il teatro, continua Iaconianni, nasce nell’antica Grecia, ad Atene, intorno alla metà del VI secolo a.C. La sua invenzione è attribuita al poeta Tespi, il quale, nel 544 a.C., nelle grandi dionisie, avrebbe rappresentato il primo dramma. Non è un caso che la prima manifestazione teatrale sia legata alle feste in onore del dio Dionisio, Bacco per i Romani. Egli rappresenta la prorompente energia della natura al momento del suo risveglio, quella forza vitale e istintiva che accompagna i frutti alla maturazione e da cui dipendono i doni stessi della vita. Anche la maschera, prima ancora della nascita del teatro, nel dionisismo, esiste già e ha un significato importante: la maschera bianca dei fedeli durante alcune celebrazioni rappresenta l’infinito, il principio, ma anche la fine di tutte le cose. A teatro, sotto la spinta emozionale del suo valore simbolico, si danza e si canta e la musica diventa l’essenza di ogni evento drammaturgico. Oggi, siamo portati a pensare che la condivisione delle emozioni sia un fatto legato alla realtà dei social media tanto è vero che usiamo il verbo “condividere” quasi esclusivamente nelle dimensioni virtuali, eppure, un incontro che, per un casuale paradosso, si è svolto proprio in una riunione on line, ha posto l’attenzione sulla necessità urgente di ri-scoprire e praticare la condivisione nei luoghi reali. Per l’I.C. “G. Falcone” di Rende-Quattromiglia, questa è già una pratica consolidata. Senza andare troppo indietro nel tempo, l’8 giugno 2022, durante l’evento “In viaggio con Ulisse”, gli alunni hanno declinato la figura del re di Itaca attraverso secoli di poesia e brani musicali tra i quali un brano inedito del prof. Pietro Marano che, in passato, ha anche realizzato un cd con tutti i suoi alunni; l’8 ottobre 2022, in “Con il naso all’insù”, hanno dialogato letteratura, musica e scienze attraverso una vera e propria spettacolarizzazione dei saperi e sfruttando, sotto una meravigliosa notte stellata, i giardini della scuola; ma, andiamo oltre, gli stessi open day, sono stati occasione per svolgere attività di drammatizzazione. L’anno scorso, il 15 dicembre 2021, è stato messo in scena un monologo esilarante di Achille che era stanco di combattere contro l’inespugnabile città di Troia a causa delle difficoltà di reperire mascherine e green pass per l’accesso, attualizzazione umoristica del racconto acheo. Quest’anno, il 12 gennaio 2023, è stato rappresentato un dialogo parodico dell’incontro, nell’ottava bolgia dantesca, tra diavoletti danzanti, Dante e Virgilio, Ulisse e Diomede. Poco prima, il 6 dicembre 2022, la teatralizzazione ha coinvolto i docenti che, attraverso canti e balli, si sono cimentati nel ruolo di “briganti” e ancora, nel cuore di dicembre, tra il 15 e il 17, alunni, insegnanti e la straordinaria orchestra della scuola, hanno portato i loro testi, nelle rappresentazioni della “trilogia itinerante del Natale” che si è svolta tra il centro storico di Cosenza e quello di Rende. Queste attività, unitamente alle attività didattiche, hanno creato “effetti collaterali” evidenti: l’istituto vanta, da anni, una lunga lista di “alfieri del lavoro”. Solo negli ultimi due anni, ben due “nostre” alunne, sono state insignite della prestigiosa medaglia al merito, destinata, ogni anno, solo a venticinque studenti in tutta Italia: nel 2021, è stata premiata l’alunna Lucia Schiavone e, il 10 ottobre del 2022, l’alunna Alice Rizzo, che, nella sue dichiarazioni alla stampa, ha commosso docenti e personale scolastico, affermando che, deve questo riconoscimento al suo impegno, ma anche all’esperienza presso l’I.C. “G. Falcone” Rende Quattromiglia.

Barbara Gagliardi UFFICIO STAMPA _IC RENDE QUATTROMIGLIA

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur