A Glendale la scuola ti spia sui social network

di Giulia Boffa
ipsef

GB – Il distretto scolastico locale di Glendale in California, ha sottoscritto un contratto con una società privata che si occupa di sicurezza online, che avrà il compito di spiare ciò che gli iscritti alle scuole locali posteranno su Facebook, Twitter, Instagram e Youtube.

GB – Il distretto scolastico locale di Glendale in California, ha sottoscritto un contratto con una società privata che si occupa di sicurezza online, che avrà il compito di spiare ciò che gli iscritti alle scuole locali posteranno su Facebook, Twitter, Instagram e Youtube.

Poi dovrà riportare all’autorità scolastica, con celerità, tutte le informazioni che riterrà importanti per lo svolgimento del suo compito; una sorta di report giornaliero quello che giungerà sulla scrivania del supervisore scolastico, che permetterà di verificare eventuali problemi e porvi rimedio per tempo.

Il “servizio” controllerà circa 13.000 studenti, appartenenti ai tre istituti della regione, che ha stretto un accordo con la Hermosa Beach company per l’uso del sistema dal nome Geo listening; un contratto di controllo dei social media, dal costo di circa 40.000 $ e che consentirà, secondo la dirigenza, di percepire le grida di aiuto degli studenti.

I genitori sono sembrati abbastanza favorevoli all’iniziativa, così come i docenti:" Le persone ci guardano, per sapere se stiamo facendo di tutto per assicurare che i loro figli siano al riparo da pericoli – spiega Richard Sheenham, il supervisore scolastico che guida il distretto di Glendale – Il controllo online è solo un’altra faccia di questa responsabilità".

Niente privacy per lottare contro il cyber-bullismo, la violenza, l’odio, la discriminazione, l’abuso di droghe, il vandalismo.

Versione stampabile
anief anief
soloformazione