“Glazie, plego”, “facciamo plesto” su testo scolastico. Scoppia la polemica: basta pregiudizi

WhatsApp
Telegram

“Glazie, plego”, “facciamo plesto”: sono le frasi di Lee, la bambina dai tratti orientali che appare in un disegno sul sussidiario dei linguaggi Leggermente plus, dedicato ai bambini delle ultime classi delle scuole elementari, di Giunti Del Borgo.

A peggiorare tutto la frase: “Non si offende mai quando la prendiamo in giro”.

Ed esplode la polemica sui social. La professoressa Lala Hu, che insegna all’Università Cattolica di Milano pone l’accento sulla vicenda: “Non è la prima volta che i testi di didattica per bambini rappresentano una mentalità retrograda, talvolta sessista e razzista” dice la docente su Twitter.

“Una causa – aggiunge la docente – può essere l’assenza di diversity nel settore editoria. Con questo tipo di narrazione, continueremo a vivere di pregiudizi e discriminazione”.

WhatsApp
Telegram

Concorso a cattedra ordinario secondaria, il corso: con esempi di prova orale già pronti e simulatore EDISES per la prova scritta. A 150 EURO