Giusto lo slittamento dell’aggiornamento delle graduatorie. Lettera

Lettera

Inviato da Ileana Machetti – Chiedo se secondo voi sia giusto assecondare le richieste di una parte di docenti precari che domanda a gran voce la riapertura delle graduatorie di terza fascia, quando, specialmente nelle regioni del Nord, è in corso una pandemia che molto probabilmente si protrarrà fino a questa estate e che riprenderà in autunno.

Come può la scelta dei docenti essere razionale, calibrata e ragionata sulla base dell’emergenza sanitaria che stiamo vivendo?
Io insegnante precaria di inglese con famiglia nel Sud Italia non mi sognerei mai di lasciare casa mia, mio figlio e mio marito per iscrivermi in qualche provincia del Nord Italia come speravo di fare da tre anni a questa parte. Ho giustamente paura e non voglio che le graduatorie riaprano ora, così come me la pensano decine e decine di colleghi insegnanti precari che conosco personalmente e chissà quanti altri in tutta Italia!

Dovremmo aspettare l’anno prossimo! Almeno per capire l’andamento di questa epidemia e soprattutto aspettare un vaccino. Le scuole in provincia di Bergamo, Brescia, Milano, Lodi, Pavia, Piacenza rimarranno senza personale perché nessuna persona di buon senso accetterebbe di spingersi a lavorare nel focolaio dell’epidemia.
Facciamo slittare la riapertura, per favore! Sgambato, Ascani, la Cgl di Grosseto (che addirittura vuole indire uno sciopero della dad) stanno commettendo un gravissimo errore solo per raccimolare qualche voto in più, sono d’accordo con una lettera che è stata pubblicata ieri sera dal titolo “opinione controcorrente”. Si diceva la verità in quelle righe.

Vi prego, facciamoci sentire!

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia