Giuseppe Paternò, laurea a 96 anni: “Non è mai troppo tardi, adesso la specialistica”

Non ha intenzione di fermarsi qui, Giuseppe Paternò, neodottore in Storia e Filosofia con 110 su 110 e lode presso l’università di Palermo. Ribattezzato dai media come “lo studente più anziano d’Italia” ha dichiarato in un’intervista a Studio Aperto: “Sto facendo un pensierino per la specialistica; spero di vivere abbastanza per raggiungere quest’altro obiettivo”

È un neolaureato commosso e al tempo stesso fiero di avercela fatta, Giuseppe, quasi 97 anni di età, al termine della discussione di Laurea con una tesi sui luoghi storici della città di Palermo. Nato nel 1923 in una famiglia povera ma ricca di dignità, ha dovuto dedicarsi al lavoro e mettere da parte gli studi; ma sarebbe stata una scelta non definitiva.

A 31 anni, come riporta il Giornale di Sicilia, ha conseguito il diploma di geometra; gli è servito per essere assunto dalle Ferrovie dello Stato dove è rimasto fino alla pensione. Dopo quest’ultima, in Giuseppe, riaffiorava periodicamente la sua grande passione per la lettura e la storia; fino a quando giunge la scelta che potremmo titolare in un ipotetico capitolo di un libro a lui dedicato: “Non è mai troppo tardi”.

Decide a 94 anni di iscriversi al corso di studi storici, e si laurea in poco più di due anni e mezzo, nei tempi accademici previsti dalla Laurea triennale. Nemmeno il COVID-19 lo ha fermato. Giuseppe ha concluso gli ultimi esami da casa in modalità telematica ma ha potuto discutere la sua tesi in presenza, tra gli applausi, gli apprezzamenti generali dei presenti, parenti, amici, rettore e professori di commissione.

Quando c’è la forza di volontà e la voglia di raggiungere un determinato obiettivo, bisogna andare fino in fondo” queste la parole dello studente più anziano d’Italia, intervistato a Studio Aperto.

Si rivolge anche ai ragazzi: “Non fermatevi, non è mai troppo tardi”.

E poi con un pizzico di ironia: “Spero di vivere ancora abbastanza per raggiungere la laurea specialistica”.

Non possiamo che augurare altri 96 anni di vita e il raggiungimento di tutti gli obiettivi prefissati al nostro neodottore. Giuseppe rappresenta la forza di volontà, l’entusiasmo, la costanza, la voglia di fare contro qualunque tipo di pregiudizio.

Ci ha insegnato che l’Istruzione e i titoli di studio non sono necessariamente un mezzo per giungere ad altri scopi, ma possono rappresentare un fine, un merito, una passione per il sapere, un ideale, insomma un vero e proprio stile di vita.

Docenti neoassunti, formazione su didattica digitale integrata. Scegli il corso ideato da Eurosofia per acquisire le nuove, indispensabili competenze