Giuliano (M5S): per scuola si punta su innovazione e stabilizzazione precari

di redazione
ipsef

item-thumbnail

“Con la Manovra del Popolo rilanciamo anche la scuola italiana. Innovazione e stabilizzazione dei lavoratori sono sempre stati punti fondamentali del MoVimento 5 Stelle, che infatti abbiamo inserito anche nel contratto di Governo.

 In legge di Bilancio iniziamo a renderli concreti sia per gli studenti che per gli insegnanti”. Lo dichiara in una nota il sottosegretario all’Istruzione del MoVimento 5 Stelle, Salvatore Giuliano.
“Intanto portiamo a casa misure che i lavoratori aspettavano da tempo: trasformiamo da tempo parziale a pieno il contratto degli assistenti amministrativi e tecnici assunti nell’anno scolastico 2018-2019. Inoltre, facciamo finalmente uscire dal limbo della precarietà quei 12mila lavoratori che si occupano di mantenere le nostre scuole pulite, gli ex Lsu”, prosegue Giuliano.
“Con l’aumento del tempo pieno nelle scuole primarie, diamo lavoro a 2mila docenti e contemporaneamente potenziamo il contrasto della dispersione scolastica. Aumentiamo anche di 400 posti il personale docente nei licei musicali. Ma le nostre scuole hanno anche bisogno di essere più al passo con i tempi: per questo diamo vita a un’equipe di 120 insegnanti specializzati nel digitale, che formeranno i loro colleghi sull’utilizzo di metodologie didattiche innovative. È una misura, questa, che avrà effetti molto positivi anche sugli studenti. E proprio pensando agli studenti e dialogando con loro, abbiamo ridisegnato l’alternanza scuola lavoro e immaginato i nuovi percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento: puntiamo a far emergere i loro talenti, le loro esigenze, guardando al futuro insieme a loro”, conclude il sottosegretario.
Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione