Giuliano “insegnare è mestiere bellissimo ma difficile. Solidarietà a vicepreside aggredita”

Stampa

“Per chi usa la violenza non ci può essere tolleranza. Esprimo la mia solidarietà alla vicepreside della scuola di Lodi, aggredita dalla madre di una studentessa, così come a tutti gli insegnanti che, seppur in episodi meno violenti, hanno a che fare con l’arroganza e la mancanza di rispetto di studenti e genitori.” Così, in una nota, il sottosegretario del MoVimento 5 Stelle all’Istruzione, Salvatore Giuliano.

“Insegnare è un mestiere bellissimo ma difficile, in cui non bisogna mai arrendersi e smettere di seminare principi e valori positivi, anche a chi entra nelle scuole per i propri figli. L’educazione civica obbligatoria, che sta facendo il suo percorso in Parlamento, servirà a dare una forma specifica a questo insegnamento, diventato sempre più essenziale. Inoltre”, prosegue il sottosegretario, “grazie a un emendamento del Governo alla proposta di legge approvata ieri alla Camera, abbiamo esteso anche alla scuola primaria il patto di corresponsabilità già previsto per le secondarie, consapevoli che rafforzare il rapporto scuola-famiglia è una delle chiavi per prevenire episodi come quello di Lodi”.
“Lavorare sulla cultura e sulla prevenzione è senza dubbio la strada migliore per un cambiamento di mentalità che passi anche dal rispetto dei ruoli e delle autorità pubbliche”, conclude Giuliano.
Insegnante aggredita e ferita. Salvini, arresto immediato per questa “madre”

Stampa

Eurosofia organizza la III edizione di [email protected] Aiutiamo i giovani a progettare il loro futuro in modo consapevole