Giuliano: il nuovo esame di Stato valorizzerà gli studenti

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Skuola.net ha intervistato il Sottosegretario all’Istruzione, Salvatore Giuliano sui temi di attualità della scuola italiana.

Sul nuovo esame di Stato Giuliano ha detto che il nuovo esame consentirà ai ragazzi di esprimersi al meglio, partendo fa uno spunto fornito dalla commissione, esempio un video, un testo, un libro ecc. L’ex alternanza non costituisce requisito di accesso, così come l’Invalsi, almeno per quest’anno.  Nel colloquio gli studenti potranno presentare il proprio percorso in azienda. Viene valorizzato di più il percorso scolastico e la seconda prova scritta  sarà una prova integrata con due materie professionalizzanti.

Riguardo ai “Percorsi per le competenze trasversali e orientamento”, Giuliano spiega che dovranno essere progettati tenendo conto delle specificità dei vari territori italiani, per evitare le esperienze poco qualitative denunciate da studenti e docenti.

Sull’uso dello smartphone in classe ha detto che  la scelta spetta ai docenti e alle scuole, ma i cellulari non devono diventare dannosi, bensì utili alla didattica.

Informa, poi, che  saranno esonerati dal servizio 120 docenti per formare  alle nuove metodologie con l’utilizzo delle tecnologie.

Ha concluso parlando degli ITS, di cui ha la delega, affermando che  sono strumenti formativi  dal forte potere occupazionale: l’82% dei diplomati degli ITS, a un anno dal titolo, già lavora con un contratto stabile. Alla formazione partecipano anche le aziende e gli imprenditori, ma purtroppo solo il 3% degli studenti sa cosa siano.

Fonte

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione