Gissi contro Azzolina: “Parli meno e remi di più, non faccia come Schettino”

Stampa

La ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, a La Repubblica, ha parlato di sindacati come sabotatori del ritorno in classe a settembre. Arriva la replica di Maddalena Gissi, segretaria della Cisl Scuola:

“Veramente fuori luogo la polemica voluta e cercata dalla ministra Azzolina, con un attacco insensato ai sindacati sorretto anche da un uso disinvolto dei dati e, almeno per quanto ci riguarda, da un’evidente distorsione del nostro pensiero”, afferma.

E poi: “È invece una vera falsità sostenere che noi saremmo contrari al reclutamento attraverso concorsi. Procedure concorsuali ordinarie, affiancate da procedure per titoli che valorizzino l’esperienza accumulata in anni e anni di precariato, sono esattamente ciò che la CISL Scuola propone da tempo come sistema di reclutamento su cui puntare, fuori da ideologismi e mitizzazioni tipiche di una politica di sola immagine, che sventolando una malintesa meritocrazia ha finito solo per far crescere in modo esponenziale il ricorso al precariato”, aggiunge Gissi.

“Quanto ai sindacati che remano contro, sono mesi che chiediamo al Governo e alla Ministra di remare con più vigore verso l’obiettivo di una riapertura in sicurezza delle scuole, questione su cui bisognerebbe oggi concentrare attenzione e energia, senza alimentare polemiche fuori luogo. La Ministra farebbe meglio a risparmiarsi e a risparmiarci sortite polemiche del tutto fuorvianti. Parlare meno e remare di più”.

Stampa

Didattica inclusiva attraverso alcune figure del mito greco. Corso online riconosciuto dal Ministero dell’istruzione