Gissi (CISL): sulla legge di bilancio il governo si confronti con le parti sociali

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Comunicato CISL – “Parte oggi una campagna di iniziative in tutte le scuole, sostenuta dalle confederazioni, a riprova del fatto che la scuola è un bene che riguarda l’intero mondo del lavoro, l’intero paese.

Abbiamo lavorato insieme, unitariamente, un’unità che ci ha dato forza. Avvertiamo un grande spirito di responsabilità sociale. Ci confrontiamo con una legge di bilancio senz’anima, priva di respiro strategico, che privilegia l’assistenzialismo alla promozione della crescita e dell’incentivo alla creazione di opportunità di lavoro. Sulla scuola manca un impegno significativo, la legge si concentra soprattutto sul reclutamento con scelte che non appaiono risolutive. La nostre valutazioni critiche non sono pregiudiziali, ma legate a puntuali osservazioni di merito. Chiediamo di poterci confrontare su questo. Non si riprenda il vizio della politica con pretese di autosufficienza, dopo che con fatica abbiamo ridato spazio al dialogo sociale”.

Così Maddalena Gissi, segretaria generale CISL FSUR, nel suo intervento all’assemblea interregionale dei sindacati CGIL CISL UIL del comparto istruzione e ricerca svoltasi a Bari oggi, giovedì 8 novembre 2018, conclusa dall’intervento di Carmelo Barbagallo a nome delle tre confederazioni.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione